moves-android

Moves cambia le sue policy sulla privacy dopo l’acquisizione da parte di Facebook

Nicola Ligas -

In questo 2014 all’insegna delle grandi acquisizioni, abbiamo già avuto modo di riportare l’acquisto di Moves da parte di Facebook. Probabilmente non sarà ricordato come l’affare dell’anno, ma in ogni caso Moves è un’app dedicata al fitness che aveva guadagnato una certa popolarità, e che all’indomani dell’acquisizione aveva prontamente dichiarato che i dati dei suoi utenti sarebbero stati al sicuro dalle grinfie dei nuovi proprietari. Ma forse non è proprio così.

LEGGI ANCHE: Facebook acquisisce Moves

Moves ha infatti aggiornato le sue privacy policy aggiungendo che ora potrebbe condividere dati personali (incluse informazioni per identificare l’utente) con altre aziende, “incluso, ma non limitato al solo Facebook.” (le policy precedenti potete vederle qui).

Facebook ha poi chiarito in una nota a parte di non avere alcuna intenzione di individuare gli utenti di Moves che utilizzano anche i suoi servizi; tuttavia, in quanto proprietario di Moves, Facebook deve avere accesso ai dati degli utenti per fornire “support and services“. In poche parole, Facebook afferma che avrà accesso ai dati di Moves, ma che li utilizzerà solo per fini correlati all’app stessi, e non per i propri, e quindi non serviranno per pubblicità mirata o altre forme di lucro basate sugli utenti di Moves. Dobbiamo fidarci?

Qui sotto riportiamo la dichiarazione integrale di Facebook.

Commingling, or merging, data would allow us to identify Moves users who are also Facebook users — we have no plans to do that. In other words, Facebook is not adding Moves user data to a Facebook user’s Facebook account. But, Facebook will be providing support and services to the Moves app and to be able to do this, we have to have access to the data that Moves already collects from its users — which is “sharing” data.

Fonte: The Verge