Salvare e ripristinare le conversazioni di WhatsApp

Nicola Ligas -

Uno degli inconvenienti più spiacevoli del cambiare telefono è la perdita di tutte le conversazioni di WhatsApp. Il celebre servizio di messaggistica non salva in automatico le nostre chat, e soprattutto non c’è modo di recuperarle direttamente online, quindi passando ad un nuovo smartphone dovremo per forza di cosa portarci dietro in qualche modo quelle vecchie.

Backup e ripristino WhatsApp Android (con e senza Google Drive)

Anzitutto una precisazione: se installerete WhatsApp su un secondo smartphone, associandolo allo stesso numero telefonico, l’app cesserà di funzionare sul modello precedente, quindi prima di effettuare il passaggio, è necessario salvare le nostre conversazioni, per poi ripristinarle sul telefono nuovo.

Come effettuare un backup delle conversazioni – Anzitutto avviate WhatsApp, andate in Impostazioni, premendo in alto a destra sul menu con 3 pallini o sul pulsante dedicato al menu. Selezionate quindi Impostazioni chat, e cliccate su Backup delle conversazioni.

Partirà la procedura e varie scritte vi notificheranno che il backup è in esecuzione e, al termine, avrete data e ora dell’ultimo salvataggio. Qui potrete anche collegare WhatsApp al vostro account Google Drive, procedura fortemente consigliata in quanto caricherà il backup sul cloud facilitando tantissimo la procedura di ripristino.

Come effettuare il ripristino delle conversazioni con Google Drive – Se avete effettuato il backup su Google Drive vi basterà effettuare il login al momento della prima apertura di WhatsApp per avviare il ripristino automatico. A seconda della dimensione del vostro database potrebbe volerci più o meno tempo, ma almeno il tutto sarà automatizzato.

Come effettuare il ripristino delle conversazioni senza Google Drive – Questa è la parte più difficile, perché non esiste una tecnica precisa. Il concetto è che dovrete copiare la cartella WhatsApp, memorizzata nella memoria interna del vostro vecchio smartphone, su quello nuovo. Per far questo ci sono tanti modi: potete trasferire i file da uno smartphone all’altro tramite Bluetooth, oppure copiarli in un servizio di cloud storage, come Dropbox, e da lì trasferirli al nuovo dispositivo.

Il metodo più semplice è però forse quello di collegare il vecchio smartphone ad un PC Windows tramite cavo microUSB, copiare la cartella WhatsApp su Windows, e trasferirla poi nella memoria interna del nuovo telefono, collegandolo a sua volta al medesimo PC.

DA NON PERDERE