iPega 9025 Titolo

iPega PG-9025, la nostra prova del (secondo) controller bluetooth economico (foto e video)

Giorgio Palmieri -

Secondo appuntamento con questo angolo dedicato al mobile gaming, e nello specifico agli accessori che possono rendere l’esperienza di gioco su tablet e smartphone decisamente più gradevole e completa. Dopo la prova dell’iPega PG-9017, che vi invitiamo caldamente a leggere, vediamo insieme l’iPega PG-9025, il controller di seconda generazione dell’azienda cinese iPega.

LEGGI ANCHE: iPega PG-9017, la nostra prova del controller bluetooth economico

Il contenuto della scatola è identico a quello del predecessore, ovvero cavo USB-MicroUSB, controller e un foglietto illustrativo ancora povero, con poche informazioni riguardo la compatibilità dei giochi. Manca inoltre un’applicazione dedicata che mostra i titoli compatibili con il controller. iPega PG-9025 è un joypad bluetooth che ha una particolarità interessante, ovvero il carrellino (supporta smartphone di massimo 5,5 pollici) che vi consente grazie all’aiuto di due estremità di inserire il vostro smartphone all’interno.

Passiamo ai pulsanti: abbiamo i classici quattro bottoni X Y A B, due stick analogici, il d-pad, i pulsantini per start e select, il tasto home, i due pulsanti dorsali e poi due novità: una è la presenza di due grilletti posti dietro al controller, mentre l’altra sono i pulsanti media, ossia una serie di piccoli bottoni per aumentare e ridurre il volume, cambiare traccia e fermare o riprendere il file in riproduzione, che sia un filmato o un brano musicale.

Il feeling è notevolmente migliorato rispetto alla prima generazione per due fattori, ovvero la forma più ergonomica e la plastica liscia e piacevole al tatto. Non c’è nulla di sacrificato, in quanto è un controller in tutto e per tutto: la presenza dei grilletti è un grande plus, peccato che la posizione non ci abbia fatto impazzire dal punto di vista ludico, ma rimane una scelta curiosa che dona una certa personalità al prodotto.

Ottima la qualità degli analogici e dei pulsanti in generale; i tasti dorsali ci hanno fatto storcere un po’ il naso (non i grilletti, intendiamo i cosiddetti LB/L1 e RB/R1) che, sebbene non facciano alcun rumore, sono troppo leggeri. Certo, ci si fa l’abitudine, ma avremmo preferito un feeling più “solido”, più duro per questi. Il fattore che snatura un po’ lo spirito di questi gadget è la portatilità, in quanto viene a mancare a causa della grandezza dello stesso, colpa degli analogici non ricavati alla interno della scocca ma ben pronunciati. Il peso è anche qui molto ridotto, si parla di circa 140 grammi.

Il gamepad è compatibile con la maggior parte dei giochi che supportano nativamente un controller (Riptide GP2Dead Trigger 2Shadowgun,Asphalt 8GT Racing 2 e altri che potete trovare a questa lista), ed è particolarmente indicato per il retro gaming e i rispettivi emulatori.

Le considerazioni finali, anche per questo controller, sono positive. Questo iPega 9025 convince sotto quasi ogni punto di vista: il feeling è notevolmente migliorato rispetto alla prima generazione, permettendo dunque all’utente di assaporare sessioni di gioco prolungate con comodità. Apprezzabile anche l’inserimento di altri tasti, dai grilletti (anche se non proprio comodissimi a primo impatto) che i pulsanti media. Tutto sommato è un gadget che consigliamo a chi videogioca spesso su mobile, in particolar modo a quelli che lo fanno a casa in quanto non è un aggeggio propriamente portatile come il suo predecessore, bensì un joystick vero e proprio.

È possibile acquistarlo nella colorazione nera su Tinydeal all’onestissima cifra di 18€ circa. Per quanto riguarda invece la versione bianca, dovrete rivolgervi a store come DX, sempre cinese, al prezzo di 21€ circa. Dunque anche il fattore economico è decisamente a favore di questo joypad, che non si discosta di molto rispetto al costo dell’iPega 9017, ed anzi risulta molto concorrenziale. Appuntamento quindi al confronto tra i due joypad, che sarà presto disponibile sulle nostre pagine.

Vi lasciamo in compagnia della videoprova, buona visione.

video