soundseeder vs chorus

Le alternative a Group Play: SoundSeeder Vs Chorus, la nostra prova (video)

Nicola Ligas -

Group Play è un interessante software nato con Galaxy S4, per la riproduzione di musica in sincrono su più dispositivi diversi contemporaneamente. Avevamo già parlato di Chorus e SoundSeeder come sue possibili alternative, ed oggi abbiamo deciso di metterli fianco a fianco per scoprire quale dei due ci convince di più.

LEGGI ANCHE: Group Play, la nostra prova

Entrambi i software sono pensati per smartphone, e questo è evidente nella nostra prova dal fatto che non è possibile abbandonare la visuale portrait, ma funzionano comunque anche su tablet (anche se non sono “belli”).

A parte questo dettaglio, il loro funzionamento è molto simile, ma non identico: SoundSeeder è in realtà composto da due app, il player e lo speaker. Il primo è quello che si occupa attivamente di riprodurre la musica, ed è quindi sul dispositivo che lo eseguirà che dovremo avere le tracce audio che vogliamo ascoltare; lo speaker invece va installato su tutti gli altri dispositivi che vorremo sincronizzare con il primo, e che useremo come cassa di risonanza.

Chorus è invece un’unica app: ad ogni avvio dovremo scegliere se eseguirla in modalità host, ovvero quella che riprodurrà la musica (l’equivalente del player di SoundSeeder), oppure utilizzare il join per collegarci ad un host. È senz’altro una soluzione più pratica, che però SoundSeeder non sembra intenzionata a seguire, almeno per il momento.

Entrambi si sincronizzano tramite rete Wi-Fi, o facendo sì che il “dispositivo riproduttore” crei un hotspot a cui gli altri si collegheranno, ma alla fine il risultato è analogo.

Peccato però che nelle nostre prove, SoundSeeder si sia rivelato superiore in quanto a qualità: la sincronizzazione tramite rete Wi-Fi è rapidissima e soprattutto senza incertezze, e una volta agganciato il player non lo molla più. Chorus risulta invece più lento ed incerto, sia in Wi-Fi, che in hotspot. Un ulteriore bonus del primo è rappresentato dall’interfaccia, senz’altro più gradevole di quella di Chorus, che è più semplice e meno accattivante.

Vi lasciamo quindi tutti i link del caso (niente badge o rischiamo di fare confusione) seguiti dalla nostra video prova.

video