XMultiWindow

Il multi window per tutti gli Android è con Xposed: la nostra prova di XMultiwindow (video)

Nicola Ligas -

Avete uno smartphone dalle dimensioni generose e vorreste utilizzare due app affiancandole? A meno che il vostro produttore non integri già una simile funzione, la soluzione consiste, come spesso accade, nell’affidarsi ai permessi di root, ed in particolare al framework Xposed, che ci viene incontro con il modulo XMultiWindow.

LEGGI ANCHEEditoriale: Xposed, il Tristo Mietitore dei custom firmware

Come suggerisce il nome, XMultiWindow ci permette di eseguire due app in split screen, seppure le sue funzionalità finiscano qui, nel senso che non abbiamo ulteriori opzioni né di ridimensionamento, né di posizionamento.

Il modulo è pertanto semplice e veloce da utilizzare: qualsiasi app può essere eseguita in questa modalità, anche se i risultati variano a seconda dell’applicazione; dovrete solo scegliere quali aggiungere all’elenco di quelle che vorrete lanciare in multi window, e ve le ritroverete tutte incolonnate in una sidebar richiamabile con uno swipe dalla sinistra dello schermo. Una pressione sull’icona di una delle app presenti vi permetterà di scegliere se eseguirla nella metà superiore o inferiore dello schermo, mentre cliccando sulla notifica del modulo faremo sparire la sidebar.

XMultiWindow fa il suo lavoro, senza eccessivi fronzoli, ma c’è da dire che il risultato può variare molto a seconda della versione di Android impiegata (consigliate stock o MIUI, ma noi l’abbiamo provato con soddisfazione anche su CyanogenMod). Ve ne parliamo comunque ora, nonostante sia uscito da più di un mese, perché ha comunque raggiunto un buon grado di stabilità e raffinamento, sicuramente superiori a quelli delle release iniziali, davvero troppo “buggose” per potervele proporre. Di seguito trovate link per il download del framework e del modulo, che potrete scaricare anche all’interno di Xposed stesso.

video