chromecast final

Chromecast è arrivato in Italia: ecco come sfruttarlo al meglio

Nicola Ligas -

Dopo tanti mesi di attesa, Chromecast è finalmente realtà nel nostro paese, ed in un certo senso siamo anche stati “fortunati”, perché fino a qualche tempo fa le potenzialità della pennina di Google erano assai inferiori a quelle odierne.

Per venire quindi incontro alle domande dei suoi neo-proprietari, che magari in questi mesi non hanno seguito tutti i numerosi articoli che gli abbiamo dedicato, riepilogheremo brevemente cos’è e cosa potete fare con Chromecast.

LEGGI ANCHE: Chromecast disponibile su Google Play Device

Chromecast è una pennina HDMI, da inserire in qualsiasi monitor dotato di opportuno ingresso, in grado di prelevare contenuti da internet (necessaria quindi una rete Wi-Fi disponibile, che andrete a configurare via PC o tramite l’apposita app per Android) e visualizzarli sul grande schermo. Tali contenuti andranno “telecomandati” alla pennina tramite Android o sempre via PC.

Un’altra funzione molto importante è il casting dei tab di Chrome da PC: esso permette di mostrare in tempo reale il contenuto di un tab di Chrome sul nostro televisore; inoltre, tramite una funzione sperimentale, possiamo effettuare il mirroring dell’intero desktop, senza quindi limitarci ad un solo ed unico tab in Chrome.

Per fare quindi il punto della situazione attuale, ripercorriamo come ci siamo arrivati, e quali sono i software migliori per sfruttare a dovere il nostro Chromecast

  • Chromecast: la nostra recensione. Questo è senz’altro un buon punto di partenza, e mostra tutte le funzioni basilari di Chromecast, a cominciare dal casting di YouTube e Play Music, e successivamente di PlayMovies; sia da Android che dal web.
  • Nasce una sezione dedicata alle app per Chromecast. La potete raggiungere tramite il Play Store su Android, andando in App, e spostandovi nella sezione Categorie, nella quale, in alto a destra, troverete il pulsante per Chromecast. Al momento sono elencate: YouTube, PlayMovies, Play Music, Red Bull TV, e RealPlayer Cloud. Queste in realtà sono solo una piccolissima frazione di tutte le app che sfruttano Chromecast.
  • Cast Store, l’app che segnala quelle compatibili con Chromecast. Appurato quindi che l’elenco ufficiale non è dei più utili, per ora, potete rivolgervi a Cast Store, un’app di terze parti che ha come scopo quello di elencare appunto le app che possono interagire con Chromecast.
  • Altre app che vi consigliamo di provare:
    • Plex, Avia e Real Player Cloud: tutti e tre integrano il supporto ai contenuti locali, il che significa che potrete riprodurre su Chromecast non solo i contenuti presenti sul web, ma anche quelli memorizzati sul vostro Android.
    • AllCast e Mirror di Koushik Dutta: anch’essi compatibili con i contenuti locali e con server DLNA, e tramite Mirror potrete anche proiettare sulla TV ciò che viene visualizzato in quel momento su Android (funziona solo con Nexus 5 con permessi di root, per ora).
    • LocalCast: dedicata esclusivamente a Chromecast e allo streaming dei contenuti locali; gratuita, ma con pubblicità, rimuovibile a pagamento, ma non troppo invasiva
    • BubbleUPnP: una delle soluzioni più complete, ma non sempre user friendly, per l’utilizzo di Chromecast e non solo. La sua versione server, per PC, include anche la transcofidica, e potrete quindi riprodurre su Chromecast anche i formati audio/video non ufficialmente supportati.
    • PocketCast: porta l’ascolto dei podcast su Chromecast
    • GamingCast: un primo esempio di come sfruttare Chromecast per giocare. Speriamo il primo di molti a venire.
    • CheapCast: trasforma qualsiasi dispositivo Android in un Chromecast, in modo che, ad esempio, possiate inviarvi contenuti da PC.
    • Solid Explorer: anche il celebre file manager, tramite plugin esterno, si arricchisce del supporto a Chromecast
  • Le nostre prove:

Questo conclude più o meno la panoramica della funzioni principali di cui abbiamo parlato e che abbiamo provato, ma tenete conto che l’SDK per Chromecast è stato rilasciato in tempi relativamente recenti, pertanto la piattaforma non potrà che crescere nel prossimo futuro. Se non ve ne foste ancora procurato uno, può essere vostro per soli 35€.