Opera Max Beta Header

Opera Max beta, la nostra prova dell’app di compressione dati (foto)

Lorenzo Delli -

Non potevamo non essere incuriositi da Opera Max, un applicativo ancora in fase beta sviluppato dal team di Opera, Opera Software ASA, che promette sulla carta di ridurre il traffico dati sul nostro smartphone, permettendo così di “estendere” i limiti del nostro piano tariffario. Da circa un mese stiamo testando proprio Opera Max su un LG Nexus 5 con connettività LTE sempre attiva. Opera Max riesce davvero a far risparmiare dati preziosi all’utente? La risposta, come prevedibile, è: “dipende“.

LEGGI ANCHE: Opera Web Pass, internet gratis in cambio della visione di annunci pubblicitari

Opera Max Beta Sample (6)Opera Max permette effettivamente di risparmiare megabyte preziosi: tale affermazione deriva di fatto dai dati riportati proprio dall’applicazione tramite la sua interfaccia, dati ulteriormente confermati dall’interfaccia Utilizzo dati di Android stock. Praticamente quasi tutti i MB consumati dal piano dati passano proprio da Opera Max, come è possibile vedere dallo screenshot qui di fianco.

Ma qual è il risparmio effettivo? E perché a inizio articolo abbiamo detto che il risparmio dipende dall’utenza? Opera Max riesce ad agire solo su determinate applicazioni. Una diminuzione effettiva dei dati utilizzati l’abbiamo avuta su software quali Chrome, Facebook, Amazon, Seesmic (un client per Twitter), 9GAG, Feedly, Instagram e in parte minore anche su altri applicativi. Grandi esclusi risultano Google+ e Google Play Music: non sperate quindi di diminuire il consumo dei dati di Music in caso, ad esempio di abbonamento, Unlimited (del resto i brani musicali sono sempre quelli).

Nel mese di febbraio, dopo l’installazione di Opera Max, abbiamo consumato circa 135 MB risparmiandone 20: si tratta di una percentuale di dati salvati pari a quasi il 15%. Considerando poi che dei 135 MB, ben 41 erano da accreditare al social network di Google+, che per ora risulta escluso dalle app che possono beneficiare del servizio di Opera, il risparmio risulta maggiore (Google+ può comunque essere sfruttato direttamente da Chrome).

Nelle successive settimane, tralasciando l’esagerato utilizzo di Play Music e download in mobilità dal Play Store (che vedono nonostante tutto un risparmio contenuto), siamo riusciti ad evitare il consumo di circa 130 MB a fronte di un totale di 1,6 GB, pari all’8% circa dei dati totali consumati. Nel complesso l’applicativo che ne ha beneficiato maggiormente è forse 9GAG (i viaggi in autobus possono dimostrarsi estremamente noiosi. NdR), ma non dobbiamo sottovalutare l’impatto anche su Chrome.

Opera Max beta tripletta

Proprio a proposito di Chrome, è anche possibile sfruttare Opera Max mantenendo attiva la Gestione larghezza banda, che ci riporta, in questo mese di utilizzo, un risparmio dell’utilizzo dati del 24%. L’app del team di Opera permette inoltre di bloccare l’utilizzo dati di un numero a nostra scelta di applicazioni sotto rete mobile. Dalla sezione Blocked apps, situata nelle impostazioni, è possibile mettere la spunta proprio agli applicativi da bloccare, ed è inoltre possibile visionare l’uso medio di MB per ora di ciascuno di essi. Per quanto riguarda l’uso della batteria del dispositivo, non abbiamo notato particolari cali prestazionali da quando utilizziamo il servizio di Opera.

Un tool gratuito, il cui unico “disturbo” è quello di richiedere l’attivazione ad ogni accensione del dispositivo, insieme ad una voce persistente nella barra delle notifiche, che ci permette di risparmiare MB preziosi del nostro piano dati. Non vediamo al momento nessun motivo per non utilizzarlo, anzi, esattamente il contrario. Con qualche accorgimento, come ad esempio utilizzare i social network direttamente da browser, potrete effettivamente ridurre il consumo di MB giornalieri. Si tratta di un’app ancora in fase beta: nelle settimane scorse, per utilizzarla, era necessario attendere il termine di una lista d’attesa, problema in cui comunque non siamo incorsi al momento di installarla su Nexus 5. Adesso però vorremmo sentire la vostra opinione. Cosa ne pensate di questo applicativo? Lo state già sfruttando sul vostro dispositivo? Se sì, avete notato effettive riduzioni nel consumo dati? Non esitate inoltre a porci qualsiasi domanda.

Google Play Badge