chromecast final

Mirroring da Nexus 5 (rooted) a Chromecast, la nostra prova (video)

Nicola Ligas -

Nella giornata di ieri, Mirror, l’app di Koushik Dutta per lo screen recording ed il mirroring su PC, si è aggiornata con due importanti novità, prima tra tutte il mirroring da Android a Chromecast. Dopo qualche problema iniziale, siamo quindi riusciti a metterla alla prova, per scoprire se finalmente Android ha una soluzione per il mirroring su grande schermo, o se dovremo ancora attendere l’evoluzione di Miracast, o chi per lui.

LEGGI ANCHEASUS Dongle Miracast, la nostra prova

Come specificato nel titolo, i pre-requisiti per il funzionamento di Mirror sono un Nexus 5 con permessi di root, quindi tutto sommato un campo piuttosto stringente. L’app stessa è ancora in beta, pertanto, per scaricarla, dovrete iscrivervi a questa Community, accettare di divenire tester, e da ultimo recarvi sul Play Store per il download.

Detto questo, purtroppo ancora non ci siamo del tutto: il mirroring su Chromecast (e quindi su TV) è più fluido di Miracast, ma tutto ciò grazie alla grande compressione effettuata, che, come potrete vedere dal video a fine articolo, spesso pregiudica la qualità nella visualizzazione delle immagini, ma anche nella semplice navigazione nell’interfaccia di Android.

Per quanto riguarda il mirroring su Chrome invece, proprio non ci siamo, e non possiamo che prenderlo come niente più di una beta iniziale, in attesa di futuri sviluppi.

Ci fa comunque piacere che un noto sviluppatore come Dutta si stia cimentando in questa impresa, e speriamo che in futuro non solo la qualità del servizio migliori, ma anche che la sua compatibilità si allarghi rapidamente al di là del Nexus 5, e senza il vincolo dei permessi di root. Chiediamo troppo? A questo proposito, Dutta stesso afferma che Google avrebbe intenzione di integrare nativamente il mirroring da Android su Chromecast: chissà quindi che non sia proprio BiG in prima persona a rispondere in futuro alle nostre richieste.

video