Greedy Dwarf

Greedy Dwarf: il running game di Crescent Moon Games è disponibile sul Play Store (foto e video)

Giorgio Palmieri

Balin, Dwalin, Kili, Fili, Dori, Nori, Ori, Oin, Gloin, Bifur, Bofur, Bombur e Thorin. Sfidiamo chiunque a ricordare tutti i nomi dei nani de Lo Hobbit secondo questo ordine: siamo sicuri che tra di voi c’è qualcuno che ci riesce. Cosa centra l’opera del maestro J.R.R. Tolkien con il titolo che ci accingiamo a presentarvi? Semplice, il protagonista del gioco è un nano: adora l’oro, la birra, è tozzo, robusto e ha la barba, e starebbe benissimo con i nani della compagnia.

LEGGI ANCHE: Hobbit: King of the Middle-Earth, il gioco gestionale ufficiale del film

Il gioco in questione è Greedy Dwarf. Prodotto da Crescent Moon Games (la società di publishing di Shadow Blade), il titolo si presenta come un classico running game a livelli (trentadue in totale), dove l’obiettivo è raggiungere la fine del livello cavalcando un carretto, facendo attenzione a non farsi inghiottire dalla lava. Nel mentre bisognerà raccogliere quanto più oro possibile, d’altronde si tratta pur sempre di un nano. Il sistema di controllo si basa sostanzialmente sulle gesture: swipe sinistro o destro per muoversi nella rispettiva direzione, doppio tap per saltare.

Greedy Dwarf è disponibile sul Play Store in due versioni: la prima è gratuita, supportata dagli annunci pubblicitari, mentre la seconda è a pagamento (0,72€) ed è sprovvista di banner. Il badge per il download lo troverete lontano su nebbiosi monti gelati, in antri oscuri e desolati; o anche a fine articolo insieme al resto del materiale di documentazione, a voi la scelta.

Google Play Badge

video