mercedes-interior-lead

Google Projected Mode: l’infotainment per auto di BigG ha un ipotetico nome grazie a Mercedes-Benz

Nicola Ligas -

Di quando in quando ci capita di pubblicare articoli basati su delle richieste di lavoro da parte di famose aziende del settore, e in questo caso specifico ci riferiamo a Mercedes-Benz, che tramite il sito di Daimler (proprietario del marchio Mercedes) ci parla di quello che potrebbe essere un prossimo ed interessante progetto di Google.

LEGGI ANCHE: Google lancia l’Open Automotive Alliance

L’idea di BigG sembra infatti quella di portare Android negli autoveicoli, come annunciato al CES di Las Vegas, e Mercedes per farlo è alla ricerca di un ingegnere informatico che possa implementare un sistema chiamato “Google Projected Mode”, descritto come un modo per integrare in maniera trasparente gli smartphone Android nelle unità per auto.

In questo modo (anche se non viene descritto nel dettaglio quale) sarà possibile controllare la riproduzione di musica, i messaggi, le chiamate e la navigazione stradale, il tutto in maniera “sicura”, attraverso i controlli integrati direttamente nel veicolo stesso. Ricordate la dock-auto di Sony? A occhio avremo a che fare con qualcosa di simile, ma probabilmente più universale, almeno dal punto di vista di Android, ma forse un po’ meno da quello degli autoveicoli inizialmente coinvolti (Mercedes o Audi non sono esattamente marchi “popolari”).

Interessante comunque la conclusione della richiesta di lavoro, che promette che Google Projected Mode arriverà su “tutti i veicoli Mercedes-Benz in tutti i mercati del mondo“: se non sarà “popolare”, sarà almeno universale. E chissà che qualcuno non faccia prossimamente un pensierino in più su una Mercedes come sua prossima auto.

Certo è che tra robotica, smartphone modulari, sistemi per auto e chi più ne ha più ne metta, i confini di Android, e di Google, sembrano sempre più quelli del globo terrestre. E forse non basterà.

Via: Engadget