Google Project Tango

Google Project Tango hands-on: lo smartphone che mappa in 3D ciò che vi circonda (foto e video)

Lorenzo Quiroli

Sinceramente non ci saremmo aspettati di vedere un hands-on di Google Project Tango durante l’MWC ma i fortunati colleghi di The Verge hanno avuto l’opportunità di passare un po’ di tempo con questo smartphone sperimentale all’interno di una stanza ben sorvegliata.

Avevamo già visto ciò che Project Tango è in grado di fare in un breve video, ma in questo caso abbiamo più fotografie di questo smartphone e senza dubbio una migliore spiegazione delle sue funzionalità: le possibilità di questo dispositivo sono rese possibili non solo da una fotocamera da 4 megapixel, ma anche grazie ad un sensore ad infrarossi e un ulteriore sensore in grado di rilevare i movimenti.

LEGGI ANCHE: Le potenzialità di Project Tango

Ottenuti i dati, vi è un apposito processore che ha il compito di elaborarli fino ad ottenere il risultato finale, con non solo la possibilità di mappature 3D, ma anche il rilevamento della distanza di oggetti, che potrebbe essere utilizzato per persone dotate di handicap visivi. Il dispositivo verrà consegnato a 200 sviluppatori a marzo, mentre noi ci accontenteremo di un video e delle foto seguenti.

Fonte: The Verge
MWCMWC 2014video