Impronta digitale

Samsung Galaxy S5: ecco come funzionerà il lettore di impronte digitali

Lorenzo Quiroli

Nelle ultime settimane avevamo ormai capito che avremmo trovato un lettore di impronte digitali su Galaxy S5 al posto dello scanner della retina di cui si parlava verso la fine dell’anno scorso, ma ciò che ancora non era noto è l’implementazione di tale lettore. La risposta non è affatto difficile se già conoscete il sensore biometrico di iPhone 5S.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S5: rumor e immagini

Il sensore sarà infatti integrato nel tasto home e dovremo farci scorrere lentamente il dito per sbloccarlo: pare anche che mentre lo si fa lo schermo mostri la nostra impronta digitale, dando quell’impressione di tecnologia futuristica. Il movimento deve essere fatto alla giusta velocità, altrimenti saremo costretti a ripetere l’operazione, e il sensore sarà sensibile all’umidità, dunque vi chiederà di asciugarvi il dito in caso fosse bagnato.

La parte più interessante è che potrete registrare fino a otto impronte ed esse potranno essere utilizzate per vari scopi: lanciare un’applicazione, effettuare il login al proprio account Samsung e ad alcuni siti internet, o ancora accedere ad una nuova cartella personale dove potrete tenere app, widget e altri documenti lontani da occhi indiscreti (potrete comunque aprire questa cartella anche con un PIN).

Samsung Galaxy S5 ha scelto dunque di continuare ad utilizzare i tasti fisici al contrario di HTC One 2, scelta dovuta probabilmente anche alla necessità di fornire una valida implementazione del lettore di impronte digitali: sarà una mossa vincente?

Fonte: Sammobile
Samsung Galaxy S5

Samsung Galaxy S5

confronta modello

Ultime dal forum: