Flappy Bird final

Google Play rifiuta giochi con la parola “Flappy” nel nome

Lorenzo Quiroli

È davvero incredibile come Flappy Bird sia riuscito ad avere così tanto successo in così poco tempo, e dopo la sua rimozione sia da App Store che da Google Play i cloni hanno letteralmente invaso questi negozi di applicazioni alla ricerca di una porzione del suo successo.

In un caso come questo ovviamente vanno prese delle contromisure e infatti sia Google che Apple hanno praticamente bannato la parola Flappy per il momento, rifiutando tutte le applicazioni contenenti questo aggettivo.

LEGGI ANCHE: Super Hexagon incontra Flappy Bird

Purtroppo, anche qualche sviluppatore che aveva già deciso il nome è stato coinvolto da questa decisione e dovrà cambiare il nome della propria app per poterla vedere pubblicata, ma purtroppo queste complicazioni sono rese necessarie dalla situazione.

Fonte: Techcrunch