horn_1

Horn non è più una proprietà di Zynga (foto e video)

Giorgio Palmieri

Horn è un buon gioco, ma sfortunatamente è poco conosciuto su Android. Nonostante le evidenti limitazioni, il titolo di Phosphor Games si pone come uno dei pochi titoli d’avventura confezionati come si deve disponibili sul negozio virtuale di Google, e che sfrutta intelligentemente l’uso del touchscreen. Purtroppo però, alcuni problemi di natura tecnica lo hanno portato dritto nel dimenticatoio del Play Store.

LEGGI ANCHE: Horn, la recensione completa

Il problema che ha causato questa poca popolarità di Horn su Android non è stata solo la limitata compatibilità, bensì un altro ben più importante: a tenere le redini del magico progetto era Zynga che, senza troppi giri di parole, è da sempre vista come un’azienda malvagia a causa di alcune vicende che l’hanno coinvolta, e molti videogiocatori si sono rifiutati di contribuire alla crescita di Phosphor Games proprio per questo legame con l’azienda sopracitata. Per la gioia di questi, da oggi Horn non è più proprietà di Zynga, ma della stessa Phosphor Games. Il motivo? Cosa se ne fa Zynga di un titolo che vende pochissimo e che è sommerso di recensioni negative sul Play Store?

Questa rinascita di Horn porterà, a detta degli sviluppatori, tanti altri contenuti e il supporto ad altri dispositivi. Il gioco è stato recentemente aggiornato per l’occasione, con fix per i crash e supporto al Tegra 4. Insomma, se questo gioco vi fosse sfuggito per un motivo o per l’altro, è giunto il momento di recuperarlo, perché ne vale davvero la pena.

Google Play Badge

 

Via: Android Police
video