A woman walks past the logo for Taiwan's

HTC torna a guadagnare nell’ultimo trimestre ma il futuro non è roseo

Lorenzo Quiroli -

Un profitto netto di 10 milioni è poco per una compagnia delle dimensioni di HTC, ma almeno è un segnale positivo visto che nei precedenti trimestri la compagnia di Taiwan era andata in rosso. Non c’è da sorridere o festeggiare comunque, perché il 2014 si preannuncia un anno difficile per HTC visto anche il calo dei ricavi rispetto allo stesso periodo nel 2012, passato da 2 a 1,4 miliardi di dollari, che in percentuale si traduce con un -28%.

Come fare a risollevarsi? Al momento HTC ha in programma il successore del One, e anche una variante mini con caratteristiche molto simili a quelle del Moto G, oltre ad un dispositivo indossabile che però non arriverà prima della fine di quest’anno; inoltre, si parla di un ritorno in grande stile nel campo dei tablet, tramite la produzione di un Nexus.

LEGGI ANCHE: HTC produrrà un tablet Nexus?

Quello che sappiamo è che il Cher Wang, cofondatore e presidente di HTC, parlando a Reuters ha indicato come strada da percorrere quella della produzione di modelli a basso costo, tra i 165 e i 330 dollari, da vendere in Cina e in altri mercati. Arriveranno anche in Europa questi modelli economici? Sarà abbastanza per risollevare le sorti di HTC? A questo risponderà solo il tempo.

Foto: Getty Images