Samsung-Galaxy-NotePro-main

Samsung come HTC (almeno all’inizio): la Magazine UX non sarà del tutto disattivabile sui nuovi tablet

Nicola Ligas

Alcuni di voi ricorderanno che, almeno inizialmente, Blinkfeed era una presenza fissa su HTC One, che occupava comunque la schermata più a sinistra della home. La stessa cosa in pratica succederà anche sui nuovi tablet PRO di Samsung (Galaxy NotePRO 12.2 e i vari Galaxy TabPRO), dove in ogni caso una pagina di Magazine UX dovrà sempre rimanere.

LEGGI ANCHE: Samsung mostra la nuova Magazine UX

Google non sarà insomma molto contento di ciò (ricordate le pressioni su Samsung per alleggerire la sua personalizzazione?), ma almeno inizialmente ci sarà poco da fare, come conferma un portavoce dell’azienda coreana:

Users do not have the option to ‘turn off’ Magazine UX. It is built into the Pro series tablets. Users can add or delete Magazine UX and standard Android screens as they wish, but at least one Magazine UX screen must be present at all times. The ‘classic’ home screen is standard, with the Magazine UX accompanying it. And of course, users can change this and set Magazine UX as the default.

Gli utenti non hanno l’opzione per disattivare Magazine UX. È parte integrante dei tablet della serie Pro. Gli utenti possono aggiungere o cancellare sia le schermate di Magazine UX che quelle di Android standard, ma almeno uno schermata di Magazine UX rimarrà sempre. La “classica” home screen è lo standard, con Magazine UX che la affianca. E comunque, gli utenti possono cambiare questo comportamento e impostare Magazine UX come predefinita.

C’è da sottolineare questo tipo di comportamento è probabilmente quello previsto fin dall’inizio, quindi non è detto che le “pressioni” di Google non abbiano dato i loro frutti. Del resto abbiamo già detto che anche Blinkfeed inizialmente non era disattivabile, ma poi lo è diventata con un successivo update, quindi è possibile (ed auspicabile) che la stessa cosa succeda anche per la Magazine UX di Samsung, soprattutto in considerazione dei commenti di Google in tal senso.

Non ci resta che aspettare e vedere come si comporteranno i nuovi tablet al lancio, e nei mesi successivi: forse per il grande pubblico non sarebbe una tragedia, ma siamo piuttosto convinti che la sola impossibilità di farlo sarebbe un “fastidio” per molti utenti più smaliziati.

Via: Android Authority