airtame

L’anti Chromecast si chiama AIRTAME e ha già raccolto oltre un milione di dollari su Indiegogo (video)

Nicola Ligas -

L’idea è sempre quella: streaming wireless dei propri contenuti sul grande schermo, ma dobbiamo ammettere che, sulla carta, AIRTAME lo fa dannatamente bene e che la concorrenza si chiami Chromecast, Apple TV o anche il mai decollato Miracast, il guanto di sfida è senz’altro lanciato.

Parliamo di un progetto nato su Indiegogo, che ha già completato con successo la propria campagna di raccolta fondi, arrivando alla ragguardevole cifra di 1.268.148$ a fronte dei soli 160.00$ richiesti. Un singolo dispositivo costava 89$, mentre era possibile averne due per 169$.

LEGGI ANCHELancio internazionale di Chromecast nel 2014

AIRTAME non è stato pensato fin dall’inizio per dispositivi mobili, ma principalmente per sistemi Desktop: lo scopo è quello di duplicare e/o estendere lo schermo del PC, in maniera wireless, su televisori, monitor o proiettori dotati di ingresso HDMI. È quindi possibile continuare a lavorare sul proprio computer, trasmettendo contemporaneamente un film sulla TV o una presentazione ai propri colleghi di lavoro; inoltre, grazie al software a corredo, è possibile condividere lo schermo anche tra PC e PC.

Per quanto riguarda il mondo smartphone/tablet, il supporto non è previsto nella release iniziale del prodotto, ma visto il grande consenso ottenuto è senz’altro nella roadmap (si pensa entro l’estate), anche se lo streaming da Android stesso non sembra al momento fattibile, almeno non senza i permessi di root, che ovviamente AIRTAME non supporterà.

Vedremo quindi nei prossimi mesi come si evolverà il supporto ai dispositivi mobili, ma date le premesse sarebbe un peccato sfruttarli solo come telecomandi o schermi secondari. Nel frattempo vi lasciamo il video di presentazione del progetto, seguito da uno schema comparativo con i principali competitor.

airtame competitor