pplconnect

Pplconnect, l’app per “virtualizzare” il proprio smartphone, arriva in beta sul Play Store (ma non in Italia)

Nicola Ligas

Pplconnect è un progetto che forse non tutti voi ricorderete, perché ne abbiamo parlato solo una volta. Esso in pratica consiste nella virtualizzazione del nostro smartphone, in modo da poter accedere ai suoi contenuti e ai suoi servizi da qualsiasi dispositivo connesso alla rete, sia esso un altro Android, oppure un PC.

LEGGI ANCHE: Pplconnect vuole virtualizzare i nostri smartphone

Dopo qualche mese di beta privata, l’app è ora disponibile pubblicamente sul Play Store, ma al momento solo per USA e Canada, anche se l’espansione in altri paesi è promessa in tempi brevi.

Una volta installata l’app, è possibile collegarsi al nostro telefono virtuale tramite browser su PC o con l’app stessa su un altro dispositivo mobile, e da lì effettuare chiamate ed SMS con il proprio numero. Le chiamate sono in realtà VoIP, quindi in teoria a costo zero, ma Pplconnect chiede comunque un piccolo dazio (3 centesimi di dollaro al minuto) per il servizio. Gli SMS invece verranno sottratti direttamente dal piano dell’utente, ma in futuro sarà supportato anche l’invio via web.

Al momento non è ancora possibile ricevere chiamate, ma tale funzione sarà aggiunta entro marzo, quando l’app sarà lanciata in versione definitiva.

A breve arriveranno anche il supporto a foto e video, ed in futuro lo smartphone virtuale potrà superare anche quello fisico, sia in termini di spazio di storage a disposizione che di capacità computazionale.

I piani di monetizzazione non sono ancora del tutto chiari, ma le funzioni più avanzate, come il login remoto da un altro smartphone, saranno probabilmente parte di una versione a pagamento.

Saremmo comunque molto curiosi di provare questa soluzione virtuale, e vi faremo sapere non appena sarà disponibile anche in Italia.

Fonte: Yahoo! News