nintendo-logo

Fils-Aime: Nintendo interessata a “sperimentare” nel mondo del mobile

Lorenzo Delli -

Quanti di voi sognano di poter giocare, tanto per citare un titolo, a Mario Kart sul proprio smartphone o tablet, specialmente dopo che Angry Birds Go! ha deluso in parte le aspettative di molti? La sezione economica della società sta già da tempo spingendo in questa direzione, incontrando però la resistenza del management. Dopotutto non si può a questo punto ignorare ciò che il settore mobile sta diventando per il mondo videoludico.

LEGGI ANCHE: PlayStation App di Sony diventa a tutti gli effetti una companion app per PS4

Persino Nolan Bushnell, storico fondatore di Atari (che possiamo definire il padre del mercato videoludico), in una recente intervista ha dichiarato che anche una società come Nintendo potrebbe diventare irrilevante di fronte al mercato del gaming su smartphone e tablet. Sta di fatto che Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America, ha rivelato, in occasione di un’intervista a King 5 News, che la società potrebbe essere intenzionata a sperimentare qualcosa in mobile in un prossimo futuro.

Freniamo subito gli entusiasmi e spieghiamoci meglio: sarà per il momento improbabile vedere un capitolo delle saghe più famose di casa Nintendo sui nostri Android, ma nell’intervista Fils-Aime ha dichiarato più o meno questo: “Ci rendiamo conto della diffusione di smartphone e tablet a livello mondiale e quello che dobbiamo fare è cercare di utilizzarli in maniera brillante come strumenti di marketing per i nostri contenuti.“. Non si tratta quindi del rilascio di giochi, ma di companion app o magari di spin-off e/o mini game che vadano ad influenzare l’esperienza di gioco sulle console di casa Nintendo.

La dichiarazione del presidente di Nintendo of America però continua: Fils-Aime afferma infatti che i loro giochi possono essere goduti al meglio solo sulle loro piattaforme e che le esperienza complete saranno solo e soltanto sperimentate su prodotti da loro firmati. Per sopperire a questo problema sarebbe sufficiente uno smartphone o tablet a marchio Nintendo, magari con Android a fare da supporto! Cosa ne pensate di questa “apertura” della società nipponica nei confronti del mercato videoludico?

Via: MultiplayerFonte: TouchArcade