OUYA So Bad It's Good

Il meglio del peggio su Ouya – Parte #1 (video)

Emanuele Cisotti -

Il mondo dei giochi indipendenti è un bel mondo. Fatto di giochi realizzati con passione e dedizione. Spesso non sono perfetti, anzi, ma il prezzo più contenuto e la consapevolezza di star finanziando uno sviluppatore indipendente a volte basta a giustificarne l’acquisto.

OUYA è la patria dei giochi così detti “indie” e tra questi ogni tanto ci scappa qualche vero capolavoro, come Tower Fall o Bombsquad. Più spesso però, sotto alcuni centimetri di sabbia, si trovano dei veri capolavori dell’orrore nella Sandbox (ovvero la zona dello store dove sono confinati i giochi con pochi apprezzamenti, quindi solitamente appena rilasciati, e che ancora non sono stati quindi catalogati).

Possono essere brutti in molti modi: possono essere noiosi, fastidiosi, imbarazzanti o esteticamente indecorosi. Eppure qualcuno ci ha perso del tempo per svilupparli e poi li ha anche messi a disposizione nello store. Dopo alcune ore di puro “divertimento” abbiamo quindi deciso di catalogarli. E poi disinstallari. Ecco i primi cinque giochi da evitare su Ouya. Ne vedrete delle belle.

Categoria What's The Point?

Hand Ball

Hand Ball Ouya

Ok, il giochino in stile Brick Breaker non poteva mancare. Cosa succede però quando il gioco pesa 77kb, non ha un menù iniziale e non ha… niente? Niente punteggio, niente bonus, niente musica, niente divertimento. Il nulla più totale. Ma andava davvero pubblicato?

Categoria My Eyes Are Bleeding

Pix Pang

Pix Pang Ouya

Nessuno negherebbe il diritto ad uno sviluppatore indipendente di realizzare un clone di pang. Non pretendiamo neanche che sia uno spasso e qualche bug è quasi d’obbligo. Facciamo però che non sai disegnare e i personaggi li disegni a mano, mentre le sfere le fai in grafica 3D. Potrei ancora tollerarlo, se non fosse che lo sfondo dei livelli sono foto da te realizzate senza nessun senso logico. Un condominio, un plastico e sopratutto il dettagli o di un giradischi da dj. Sfocato. E blu.

Categoria Boooring

Soc-Car

Soc-Car Ouya

La vostra pazienza sarà probabilmente già finita prima di capire come avviare il gioco (suggerimento: R1) o di riuscire a selezionare il team con i veicoli che vanno in retromarcia da soli. Ma non sempre e non a tutti. Scelto il team inizia la partita nell’imbarazzo del silenzio più assoluto. E’ in quel silenzio che vi domanderete cosa avete fatto di male per meritarvi di giocare a questo gioco e perché vi siano successe tutte le cose brutte della vostra vita.

Categoria So Bad

Zeus vs Zombies

Zeus vs Zombies

Perché portare un gioco sulla Ouya e non renderlo compatibile con il controller? Non si sa di preciso. Però è stato fatto e questi controlli vengono spacciati come “easy to use touch interface”. Il gioco vi porterà in un mondo così scuro da non capire neanche se è il gioco o vi siete scolati qualche birra di troppo e la vista vi sia già calata. Per fortuna siete Zeus e potrete fulminare tutti gli zombie del livello. Col mouse. E il suo puntatore. Ah, il brano della schermata iniziale è questo.

Categoria So Bad It's Good

Super Sexy Swiss

Super Sexy Swiss Ouya

E poi ci sono dei giochi orrendi. Ma così brutti che non riuscirai a smettere di ridere e non potrete assolutamente rimuovere dalla vostra Ouya. Super Sexy Swiss e la sua canzoncina iniziale vi perseguiteranno per l’eternità. Giocateci in tre e il divertimento è assicurato. Strizzate il cuore a tempo, guidate l’ambulanza e pulite il parabrezza dal sangue. Ma attenzione all’angelo della morte e al dinosauro. Il “win” assoluto sono gli effetti audio fatti a voce.

Video - So Bad It's Good #1

L’articolo è stato realizzato insieme a Simone Mattolini

video