kitkat

Android 4.4.2 (e 4.4.1): tutte le novità più importanti

Nicola Ligas

Come ormai consuetudine, FunkyAndroid ha pubblicato il dettagliatissimo changelog dell’ultima versione di Android, la 4.4.2, venuta fuori un po’ a sorpresa poco dopo il rilascio della 4.4.1. La principale novità di quest’ultima è stata una migliore app per la fotocamera del Nexus 5, ma quindi a cosa è servita le tempestiva 4.4.2?

LEGGI ANCHE: Google annuncia Android 4.4.1

Senza quindi tornare sul discorso fotografico, vediamo un rapido elenco puntuale di quelli che sono per lo più tanti bug fix e qualche lieve novità estetica; notate solo che faremo riferimento indistintamente sia ad Android 4.4.1 che alla 4.4.2, vista la loro vicinanza temporale:

  • Hijacked Sharing. Alcune app si comportavano come se fossero già state impostate come le predefinite per gestire un certo tipo di situazione, anche quando l’utente non le aveva mai selezionate. Commit 34d41e9.
  • Exchange. Con Android 4.4 molti utenti lamentavano problemi con il servizio di posta di Microsoft, e in Android 4.4.1 troviamo infatti tantissimi fix al riguardo, che potete trovare elencati qui.
  • SMS DDoS. I Nexus erano vulnerabili ad un attacco con flood di SMS flash, poi risolto.
  • Seeking nel lock screen. In Android 4.4 è stata inserita la possibilità di far comparire la barra di progresso nel widget musicale del lock screen, tenendo premuto a lungo il pulsante di pausa; peccato che fosse inutilizzabile, ma per fortuna ora il bug è risolto.
  • Dialpad. Per far scomparire il tastierino numerico del telefono, è ora sufficiente premere in un punto vuoto dello schermo.
  • Barre trasparenti nel lock screen. Chi usi il Google Experience Launcher su Nexus 4 o Nexus 7, le barre di stato nel lock screen sono ora trasparenti. Sebbene GEL non sia ancora disponibile per tutti, questo è un segno di come Google stia comunque lavorando per la sua futura espansione.
  • Icone nella status bar allineate. Sembra stupido, ma in Android 4.4 non lo erano alla perfezione, e anche adesso l’orologio ha dimensione diversa dal resto, ma quantomeno le cose sembrano un po’ migliorate.
  • Aumentato il contrasto nel menu recenti. Sempre riguardo le barre trasparenti, è aumentato il contrasto nel menu multitasking, per una migliore lettura delle icone.
  • Cambiate l’icona delle impostazioni nei quick setting.
  • Barre di sistema entrambi trasparenti nell’easter egg. Prima era trasparente solo la barra di stato e non la navbar.
  • “Wireless Display” cambiato in “Cast Screen”. Al di là del banale cambio di nome per Miracast, Koushik Dutta ha già confermato che screen casting ed AirPlay mirroring sono possibili anche senza root, in modo simile a quanto fa Helium per il backup dei dati (senza root). C’è comunque bisogno di un PC a cui collegarsi, quindi parliamo di una cosa non certo pratica e alla portata di chiunque.
  • Rimosso Op. app. Il tool di gestione dei permessi scoperto in Android 4.3 era solo a scopo di debugging interno, e mai inteso per il pubblico debutto.
  • Foto è raggiungibile dall’app della fotocamera al posto di Galleria. È sempre più palese che Foto, l’app collegata a Google+, prenderà il posto della Galleria, che tra l’altro è scomparsa nei nuovi dispositivi Google Play Edition: è solo questione di tempo per quella che ormai è una morte annunciata.
  • Nel widget Risparmio energia, la casella per la posizione è ora un toggle per on/off/risparmio energetico.
  • Cambiato il pacchetto dei suoni della tastiera in Nexus 7 (2012) e Nexus 10 per renderlo più affine a Nexus 5.
  • Il numero di dispositivi Bluetooth che possono essere connessi simultaneamente è stato portato da 4 a 7.

Questo conclude l’elenco dei cambiamenti più evidenti; non sono tutti, ma sono quelli nei quali più facilmente potreste imbattervi, e se comunque aveste notato qualcosa degno di nota ma non presente in elenco, ogni segnalazione sarà ben accetta nei commenti.

Via: Android Police