warp

Warp: le migliori personalizzazioni ottenibili con Themer

Lorenzo Quiroli -

Ben ritrovati ad un nuovo appuntamento di Warp, la rubrica di AndroidWorld dedicata alla personalizzazione del vostro dispositivo Android: dopo avervi ricordato per l’ennesima volta di consultare le precedenti puntate nel caso non l’abbiate già fatto, passiamo immediatamente all’argomento del giorno, ossia Themer.

L’applicazione di MyColorScreen ha promesso di essere l’app definitiva per cambiare lo stile del nostro smartphone con estrema semplicità, ed in parte ha deluso le aspettative nella nostra prova; nonostante ciò, non dobbiamo dimenticare lo stato di beta in cui l’app è ancora oggi, e soprattutto grazie alla presenza di nuovi temi inseriti ultimamente più che a ritocchi del software, Themer ha compiuto alcuni passi in avanti da allora e rappresenta oggi una valida alternativa per chi ama cambiare di frequente l’aspetto al proprio Android.

Dal 31 ottobre poi Themer non richiede più il codice di attivazione, segno che gli autori hanno una maggiore fiducia riguardante la bontà del loro prodotto, dunque non dovrete attendere per poterlo provare: abbiamo scelto alcuni dei temi, cinque in totale, tra i migliori fra quelli presenti ad oggi, e ve li mostriamo immediatamente.

1. Bookmarks

themer-1

Semplice ma con un carattere fortemente elegante che ricorda non casualmente Google Now, l’interfaccia di “Bookmarks” è composta da cinque pagine, una home, una per i preferiti, una per le news, una per il meteo e infine un’ultima dedicata alla musica; l’aspetto è quello di una agenda vecchio stile con segnalibri sul fianco, che possono essere premuti per cambiare pagina rapidamente.

Peccato che il widget per i controlli rapidi musicali, pur essendo compatibile con Google Play Music, non funzioni ancora perfettamente: infatti, nonostante i comandi svolgano il loro compito in maniera impeccabile, non vengono mostrate le informazioni riguardanti il brano che state ascoltando. Questo problema non si presenta solamente con questo tema, e dimostra che il tag beta di Themer non è casuale.

Ciò nonostante grazie al suo minimalismo e alla sua particolarità, questo rimane uno dei temi più belli del launcher di MyColorScreen e lo potete trovare utilizzando lo strumento di ricerca all’interno dell’applicazione, mentre a seguire vi mostriamo alcuni screenshot del tema.

 


2. Red Clock

Red-clock1

Sempre per gli amanti della semplicità e dei colori chiari e vivi, “Red Clock“,  nome che si spiega facilmente vedendo l’immagine a fianco, è un tema composto da sole tre pagine, in cui quella centrale mostra un orologio che assomiglia quasi alla manopola presente per aprire molte cassaforti, a sinistra c’è il meteo (forse la parte migliore in quanto ad estetica) mentre a destra troviamo una pagina dedicata alle news con un widget per consultare il nostro feed RSS.

In basso è presente una dock che, oltre all’app drawer al centro, presenta le icone per telefono, vari servizi di messaggistica, browser e fotocamera. Infine, sempre nella pagina home, vi verranno mostrate il numero di chiamate perse, di messaggi non letti e di email non lette.

Difficile dire altro riguardo ad un’interfaccia così semplice, per cui vi lasciamo direttamente in compagnia degli screenshot.

 

 

 


3. Maroon

Maroon

Sempre all’insegna della semplicità possiamo scaricare il tema “Maroon” che presenta una status semitrasparente che ci indica temperatura, ora e la percentuale della batteria, e dodici icone per le nostre applicazioni preferite.

Le pagine sono in totale cinque, come potete vedere negli screenshot riportati sotto, e sono praticamente le solite che si trovano in altri temi (orologio, musica, home, meteo e news) e contengono pochissimi elementi appositamente per dare un aspetto pulito ed essenziale alla vostra homescreen.

Da rivedere anche in questo caso è il widget musicale, che stona come aspetto rispetto al resto delle pagine, ma essendo una beta perdoniamo a Themer questi difetti di gioventù.

 

 

 

 

 


4. Vintage

Vintage1Come dice lo stesso nome “Vintage” dà un tocco particolarmente retrò alla vostra home anche grazie al suo sfondo beige, e al look decisamente essenziale ma che rimane sempre piacevole.

La prima pagina ci mostra informazioni su ora, data, batteria, meteo ed eventuali chiamate perse, messaggi e mail non letti, mentre la stellina in basso, presente in ognuna delle tre schermate che compongono questa home, serve a richiamare l’app drawer.

Nella pagina centrale troviamo le applicazioni preferite suddivise in diverse categorie e più in basso i controlli musicali, anche in questo caso non perfetti ma migliori esteticamente rispetto alla precedente skin. L’ultima pagina infine è dedicata ai feed RSS, che potete importare da Feedly, ma che purtroppo non si sincronizzano (una seria integrazione con Feedly sarebbe un ottimo traguardo per Themer, e speriamo che in futuro si potrà avere). Anche in questo caso vi lasciamo con alcuni screenshot per valutare con i vostri occhi la bontà di questo tema.

 


5. Red

Red

E’ una sola, e la potete vedere qui a fianco, la pagina del tema “Red”, nome che come molte altri si spiega facilmente dato il predominante colore rosso: la prima sezione presenta un widget sotto forma di cerchio molto interessante e graficamente piacevole che racchiude diverse informazioni in poco spazio (batteria, temperatura, data e ora, mail e messaggi non letti e chiamate perse).

A seguire verso il centro è presente il classico widget di Themer che i feed RSS, con un pulsante che potremo usare per ricaricare la lista (non sarebbe male introdurne anche uno per segnarli tutti come letti, oltre alla sincronizzazione che abbiamo auspicato venga aggiunta nella descrizione del precedente tema).

Infine, sul fondo abbiamo una dock particolare in cui l’ultimo pulsante, i tre puntini che solitamente simboleggiano il tasto “menù”, serve per richiamare l’app drawer; una scelta che non abbiamo apprezzato particolarmente, ma che in fondo non compromette in alcun modo l’esperienza d’uso di questo tema.

 

 

Themer, come già detto, è disponibile gratuitamente da Google Play e potete scaricarla tramite il classico badge per il download a seguire; vi salutiamo chiedendovi dunque qual è il vostro tema preferito tra questi o anche tra altri non presenti tra quelli che abbiamo scelto.

Get it on Google Play