chip cutaneo motorola

Motorola insiste ancora sui tatuaggi elettronici

Nicola Ligas

I tatuaggi sono ormai una cosa piuttosto comune, almeno dalle nostre parti, ma quello di cui stiamo parlando è qualcosa di piuttosto originale, che di certo nessuno dei lettori (né degli scrittori) avrà avuto modo di provare. Motorola ha infatti questa volta superato sé stessa, richiedendo un brevetto per un tatuaggio dotato di microfono, ricetrasmettitore e alimentazione: in pratica uno smartphone cutaneo!

LEGGI ANCHEUn tatuaggio elettronico e una “vitamina autenticante”: le follie futuristiche di Motorola!

Per di più, questo particolare tatoo, andrebbe applicato solo sul collo, in modo da catturare le vibrazioni della laringe, così da ridurre del tutto i rumori ambientali. Il tatuaggio potrà poi comunicare con il nostro dispositivo o altro accessorio (es. auricolare) via Bluetooth (NFC) o altro protocollo wireless, e “potrebbe essere o non essere ricaricabile” (qualunque cosa significhi).

Il brevetto afferma anche che il tatuaggio potrebbe essere applicato ad “altri animali”, lasciandoci ulteriormente perplessi circa le vere intenzioni di Motorola, che porta il concetto di wearable device verso nuove altezze (o bassezze, a seconda dei punti di vista).

Via: Engadget
brevetti