altera-fpga

Intel produrrà il primo processore ARM a 64 bit per Android?

Roberto Orgiu

Abbiamo visto qualche tempo fa che Apple è arrivata prima nella corsa al processore mobile a 64 bit; a differenza però di quello prodotto a Cupertino (dual-core basato su ARM A7), Intel potrebbe produrre per l’inizio del 2014 un ben diverso prodotto.

Grazie al programma FPGA condotto in collaborazione con Altera, il colosso delle CPU in ambiente desktop dovrebbe essere in grado di commercializzare un sistema quad-core a 64 bit basato su ARM A53 con tecnologia a 14 nanometri, un processo ancora più raffinato di quello che ha dato vita alla serie Haswell attualmente in commercio (22 nanometri). La peculiarità di questo specifico prodotto è il progetto stesso di cui fa parte: FPGA è infatti acronimo di Field-programmable gate array, un dispositivo in grado di essere configurato dopo la sua produzione.

Quello che però fa più notizia è che anche Intel ha intrapreso la strada che da tempo domina il mercato mobile, passando, almeno per questo prodotto, all’architettura ARM ed aprendo la strada per gli altri fornitori.

Benché quindi ci siano le probabilità che sia Intel a produrre il primo SoC mobile a 64 bit, non dovrebbe esistere una vera e propria concorrenza con Samsung, NVIDIA e Qualcomm, che potranno continuare indisturbate nella loro produzione di dispositivi consumer: il target del progetto con Altera è infatti un dispositivo ad alta connettività ed efficienza comunicativa“, probabilmente destinatO ad usi ben diversi.

In fin dei conti, sembra proprio che manchi ancora qualche tempo prima di vedere un processore a 64 bit sui nostri smartphone.

Fonte: CNet
armintel