5 app sveglia

5 tra le migliori app per… svegliarsi la mattina

Erika Gherardi

Ci sono app che vengono usate da tutti, quotidianamente, ma che purtroppo non ricevono la cura che meritano così, alla fine, ci ritroviamo sempre con software banali, tutti uguali e immuni ai vari restyling che accompagnano il resto delle applicazioni del sistema del robottino verde. Una di queste è la sveglia. Fortunatamente però, consci dalla sua utilità, gli sviluppatori paiono fare a gara per fornire alternative sempre più intelligenti e curate. Ecco quindi 5 tra le migliori app per svegliarsi la mattina.

AlarMe

È una scoperta recente ma ce ne siamo innamorati praticamente subito perché unisce un’interfaccia semplice e intuitiva ad un’idea tanto utile quanto originale. AlarMe permette infatti di impostare condizioni meteorologiche diverse associate ad orari di risveglio differenti. Facciamo un esempio. Di default vi alzate alle 8.30, ma se c’è nebbia sarebbe meglio partire prima per il lavoro perché dovete andare più piano. Tutto ciò che dovete fare è settare l’allarme al solito orario e aggiungere la condizione “Nebbia” chiedendo all’app di suonare, ad esempio, alle 8.00. Utilissima.

Pro: gratuita, semplice, funziona ottimamente, buona grafica

Contro: non pervenuti

alarme

Get it on Google Play

Timely Alarm Clock

Saremo onesti. È uno dei software più apprezzati degli ultimi tempi in questo campo, ma il motivo è soprattutto uno: l’estetica. Timely Alarm Clock è con ogni probabilità la sveglia più bella e curata che si sia vista su Android, ma non fatevi ingannare dall’apparenza perché vanta diverse feature interessanti: il volume diminuisce quando vi alzate, è possibile sincronizzare più dispositivi e si integra con Google Now. Insomma, elegante ma funzionale.

Pro: gratuito, ottima UI, funzioni interesanti

Contro: un po’ pesante, pacchetto Premium un po’ caro

Converted_file_8a1ad0d5
Get it on Google Play

Sveglia gestuale

Ve ne avevamo già parlato e torniamo a riproporvela perché l’idea c’è piaciuta e la realizzazione non è male, ricordatevi però che non è per tutti. Non è per tutti perché prima di tutto richiede una fotocamera frontale e in secondo luogo il telefono deve stare sul comodino. Sveglia gestuale infatti rileva il movimento della mano per spegnere o posporre l’allarme. Comodo? Sì, molto ma prima dovrete abbandonare l’abitudine di tenere lo smartphone sotto il cuscino.

Pro: gratuita, molto originale, niente più telefono sotto il cuscino

Contro: richiede un cambio di abitudini e la fotocamera frontale

sveglia gestuale

Get it on Google Play

Sleep As Android

Ci sono le sveglie normali, quelle alternative e poi ci sono quelle nate per tirarci giù dal letto dolcemente, senza il dramma del risveglio brutale. Una di queste è Sleep As Android che tiene traccia dei vostri cicli del sonno per poi far suonare l’allarme nel momento in cui il vostro sonno è più leggero, rendendo le vostre levatacce meno drammatiche. Unica pecca la grafica. Non fraintendeteci, non è pessima, ma sicuramente qualche miglioria si potrebbe apportare per dargli un po’ più di appeal vista la concorrenza.

Pro: gratuito, risvegli soft, una marea di funzioni

Contro: UI da migliorare

sleep as android

Get it on Google Play

6th Sense

Possiamo considerarlo un piccolo orgoglio italiano perché l’intuizione dietro 6th Sense è davvero originale. Il software in sostanza controlla che vi siate realmente svegliati invece di postporre semplicemente la  sveglia e lo fa utilizzando tutti i sensori di cui è munito il vostro dispositivo. Comodissima per quelli che la mattina non riescono proprio ad alzarsi dal letto. L’unica pecca di 6th Sense è l’interfaccia, inferiore a quella dei concorrenti, ma prima o poi speriamo venga sistemata dallo sviluppatore.

Pro: gratuita, originale, utile se fate fatica ad alzarvi

Contro: UI da rifare

6th sense
Get it on Google Play