omate truesmart play store no

Omate TrueSmart non sarà poi tanto “smart”: niente Play Store al debutto (e forse neanche dopo)

Nicola Ligas

L’immagine che vedete qui sopra, al netto delle linee rosse, può facilmente essere reperita dalla pagina di descrizione di Omate TrueSmart su Kickstarter. Per chi non lo ricordasse, si tratta di uno smartwatch che ha recentemente completato la sua campagna di raccolta fondi con grande successo, e che tra i numerosi “world’s first“, ovvero i “primo al mondo”, di cui si vantava, ne includeva anche uno riguardante il pieno supporto al Google Play Store.

Omate TrueSmart termina la sua campagna di raccolta fondi con oltre 1 milione di dollari.

Ebbene a quanto pare non è affatto così. Il CEO di Omate parla di “confusion“, ma non vorremmo usare parole troppo forti come “truffa“, anche se in fondo ci siamo vicini. L’immagine di apertura parla da sola, e a ben poco serve ora dire che l’azienda è in stretta trattativa con Google per riuscire ad avere il via libera all’inclusione del Play Store, o che il TrueSmart funziona perfettamente con Play Store e Google Services, tanto nessuno di essi sarà presente nella Developer Edition, che sarà spedita a fine mese.

Nel frattempo Omate si impegna a fornire la migliore esperienza possibile tramite il suo OStore, ma il paragone col market di Google non ha nemmeno senso. Certo, è ovvio che applicazioni per questo tipo di dispositivi vanno pensate specificamente per il mezzo su cui saranno utilizzate, ma difficilmente uno sviluppatore sarà tentato dal pubblicare su uno store “privato” più di quanto non possa esserlo da quello di BigG. E se alla fine il nulla osta non dovesse arrivare (cosa affatto improbabile), i finanziatori di Kickstarter si ritroverebbero con un pungo di mosche.

Fonte: Omate - Kickstarter