samsung wireless charging

Samsung sarebbe al lavoro su un metodo di ricarica wireless attraverso risonanza magnetica

Nicola Ligas

Come ben saprete, uno degli attuali limiti della ricarica induttiva è quello di obbligare il dispositivo a restare appoggiato al proprio caricatore, limitandone in buona parte l’uso.

Samsung sarebbe quindi al lavoro per abbattere, in minima parte, questa barriera, cercando quindi di sviluppare un metodo di ricarica wireless che non si basi sull’induzione magnetica, presupponendo quindi il contatto tra dispositivi, ma sulla risonanza magnetica, che quindi ci permetterebbe di stare ad una certa distanza (facilmente molto ridotta) dal caricatore stesso, senza per questo interrompere l’accumulo sulla batteria.

Per raggiungere questo obiettivo, Samsung starebbe lavorando con PowerbyProxi, un’azienda nella quale i coreani hanno recentemente investito 4 milioni di dollari, e che è specializzata appunto in ricarica wireless.

Al momento sono comunque pure speculazioni, quindi ci asterremo da facili battute sugli ipotetici rischi per la salute di tutto questo, e attenderemo che la cosa si faccia un po’ più concreta per approfondimenti in merito.

Via: Phone ArenaFonte: ETNews