8.5

lemegeton master edition

Lemegeton Master Edition: il grimorio demoniaco è nelle mani sbagliate [Videorecensione]

Giorgio Palmieri -

lemegeton master edition iconaLe idee innovative sono sempre le benvenute nel panorama videoludico Android, ma tanti gamer, sebbene aperti a nuovi tipi di esperienze di gioco, rimangono con un piede immerso nel passato. C’è chi assume una posizione irremovibile sulla qualità superiore dei titoli di una volta rispetto ai prodotti di quest’era videoludica, ma spesso questa tipologia di affermazione è influenzata eccessivamente dalla nostalgia, poiché il giocatore più smaliziato ricorda con (forse troppo) piacere le giornate passate con i titoli di una volta, quali Super Mario Bros, Contra o Castlevania. È proprio su quest’ultimo che vogliamo soffermarci, perché il gioco che ci apprestiamo a presentarvi riprende molti dei tratti principali della formula di gioco del titolo Konami, mescolato però con elementi di gameplay tipici della saga di Metroid, altra importante serie videoludica di Nintendo. Parliamo di Lemegeton Master Edition: sviluppato da Lantasia, il gioco è un action-rpg piuttosto singolare se paragonato ad altri titoli presenti sul Play Store di Google. La definiamo quasi una situazione paradossale quella di Lemegeton Master Edition: un titolo che fa palesemente riferimento a classici del passato a causa di una struttura di gioco ormai già assaporata dal pubblico, ma che sulla piattaforma del robottino verde fa la differenza essendo uno dei pochissimi titoli, se non l’unico, a condividere questo genere. Scopriamo insieme di che cosa si tratta e se merita la vostra attenzione.

8.0

Giocabilità

Il gioco predilige le armi a distanza piuttosto che quelle ravvicinate.

la storia di Lemegeton si dipana lungo due episodi differenti

Il Lemegeton è un antico grimorio che possiede proprietà demoniache, il cui scopo ed utilizzo rimangono ancora nell’ombra. La storia del titolo di Lantasia è ambientata in Italia ma non aspettatevi di visitare il Colosseo o Palazzo Pitti, bensì sarete immersi in quel che il gioco denomina Craco, un luogo esoterico chiaramente immaginario pieno di intrighi e mostri di ogni tipo (in verità esiste una città di nome Craco di quasi 800 abitanti della Basilicata, ma i posti che visiteremo non rimandano ai borghi della provincia di Matera bensì a tipici luoghi a-la-Castlevania). L’avventura è affrontabile da due punti di vista differenti in base a quale personaggio si selezionerà. Sabio è il protagonista principale, un agente speciale della St. Guardian, un’organizzazione segreta che incarica al nostro eroe di cercare un uomo di nome Pecador poiché ha tradito l’organizzazione rubando un prezioso oggetto, il Solomon Ring. Dall’altra parte, invece, abbiamo Dawn, una graziosa fanciulla che soffre di amnesia: non ricorda nulla a parte il suo nome, e nella sua testa alberga una voce che le sussurra frasi sconnesse. Sebbene la sua memoria sia danneggiata, Dawn sa per certo che il luogo in cui si ritrova, ossia Craco, è molto familiare. Questa è a grandi linee la trama di Lemegeton, storia che si dipana lungo due episodi differenti: il primo è giocabile solo ed esclusivamente con Sabio, mentre l’altro con entrambi, motivo per il quale vi consigliamo vivamente di iniziare l’avventura con Sabio.

Dawn utilizza due pistole come armi da fuoco.

Dunque, analizziamo il lato gameplay di Lemegeton Master Edition. Il titolo è coadiuvato da una struttura a-la-Metroidvania, ossia quel genere di gioco a scorrimento laterale che pone particolare attenzione alla componente esplorativa con elementi d’azione e d’avventura. Visiteremo quindi luoghi alla ricerca di nemici da sconfiggere per salire di livello, e di eventi che ci poteranno ad ottenere nuove abilità e mosse speciali, alcune delle quali serviranno a superare posti precedentemente inaccessibili. Proprio per questo motivo, Lemegeton Master Edition accentua il backtracking,  ovvero quando si torna in porzioni di livello già esplorate per aprire nuovi passaggi con le capacità acquisite lungo l’avventura. Il sistema di controllo è affidato al virtual-pad: con lo stick analogico ci si potrà muovere, mentre con i pulsanti posti in basso a destra dello schermo è possibile effettuare varie tipologie di azioni, tra cui sparare con l’arma da fuoco o eseguire una potente magia. Dobbiamo ammettere che i controlli sono un po’ macchinosi, ma gli sviluppatori ci vengono incontro: infatti, il posizionamento di questi tasti virtuali è completamente personalizzabile secondo le nostre esigenze. Inoltre, Lemegeton Master Edition è compatibile con i controller Moga e persino con le tastiere bluetooth. Per quanto riguarda il lato dello sviluppo del personaggio, entrambi vantano un buon numero di abilità da apprendere a piacimento una volta saliti di livello, ed un discreto arenale fatto di due tipologie di armi bianche e un tipo di arma da fuoco, ambedue da acquistare nel negozio. Infatti, sconfiggendo i nemici, si otterranno le monete e queste saranno spendibili nell’apposito shop accessibile, dopo averlo sbloccato, in ogni momento del gioco.

I portali vi consentiranno di spostarvi velocemente tra le varie sezioni del livello.

l’elemento su cui si basa principalmente Lemegeton Master Edition è l’eliminazione dei demoni

Benché sia palese l’importanza della missione di ritrovamento di Pecador, l’elemento su cui si basa principalmente (se non totalmente) Lemegeton Master Edition è l’eliminazione dei demoni. Questi sono 72 e fungeranno da boss fight durante l’avanzamento dell’avventura, anche se alcuni di essi si dimostreranno amichevoli e ci aiuteranno a scoprire i retroscena delle misteriose vicende di Craco. Inizialmente i combattimenti contro di questi potrebbero apparire banali e poco ispirate, ma progredendo la situazione migliorerà: alcuni di essi si riveleranno ostici e ben diversificati sia dal punto di vista stilistico che ludico, in quanto i pattern d’attacco diventeranno sempre più elaborati e dinamici, in particolar modo nel secondo episodio. Non aspettatevi combattimenti super impegnativi, in quanto l’intelligenza artificiale degli avversari si attesta su livelli piuttosto bassi, ma è apprezzabile lo sforzo nell’offrire quanta più varietà possibile. C’è da dire che se l’idea di fondo è piuttosto buona, purtroppo alcune scelte di game design snaturano un po’ quel che doveva essere la sfida del titolo: infatti, il pulsante d’accesso immediato al negozio permette sempre di acquistare vite e pozioni auto curanti, e dato che il gioco non esiterà a ricompensarvi con laute somme di denaro, il livello di difficoltà ne risente parecchio.

8.0

Contenuti

Oltre alle pozioni, nel negozio di recupero sono presenti antidoti, eteri e bonus doppia esperienza.

la durata complessiva del titolo di Lantasia si attesta sulle dieci ore di gioco

Lemegeton Master Edition non è propriamente un gioco completo. Infatti, con l’acquisto del suddetto, si otterranno i primi due episodi con la promessa degli sviluppatori che ne verranno aggiunti altri in futuro. Nonostante ciò, i contenuti offerti sono molti: abbiamo completato l’avventura con Sabio in sei ore, raccogliendo solo una parte dei collezionabili segreti ed acquisendo buona parte dell’arsenale. Se ci aggiungiamo altre due ore per completare la campagna con Dawn, e la possibilità di rigiocare l’intera avventura a difficoltà difficile, la durata complessiva del titolo di Lantasia si attesta tranquillamente sulle dieci ore di gioco, almeno per il completamento al cento per cento. I demoni presenti in questi due episodi sono circa 30, ed ognuno di essi è coadiuvato da uno stile unico e da capacità differenti. Il sistema di valutazione ci attribuirà un voto in base al tempo che si impiegherà per sconfiggerli, fattore che spingerà il giocatore più hardcore ad impegnarsi sempre di più per ottenere il tanto agognato giudizio S. Le critiche da fare sono in merito alla poca varietà nel sistema di skill poiché, sebbene presenti tante tipologie di abilità, molte di esse risultano sottotono in confronto ad altre. Per questo desideriamo una maggiore attenzione da parte degli sviluppatori nel bilanciamento, magari per il prossimo episodio. Un altro problema è l’orribile traduzione dei dialoghi, fattore che porterà inevitabilmente alla confusione in quanto gli imprecisi discorsi tra i vari personaggi (alcuni tradotti letteralmente) non faranno ben capire cosa sta per accadere.

7.0

Comparto Audiovisivo

Non tutti i demoni sono malvagi, alcuni di essi si dimostreranno "amichevoli".

Il comparto grafico di Lemegeton Master Edition non può competere con le produzioni recenti. I modelli poligonali e la qualità degli effetti particellari si attesta sui livelli dei primi prodotti per PlayStation 2, ma è la varietà stilistica degli ambienti e dei nemici a dare una spinta alla resa grafica. Sono presenti alcuni problemi nel comparto tecnico, tra cui alcune compenetrazioni poligonali di poco conto e occasionali crash, almeno su Nexus 7 2013. Per quanto riguarda il lato sonoro, invece, il titolo è ben supportato: ottimi gli effetti sonori e le musiche, che in qualche modo strizzano l’occhio a produzioni del passato.

10.0

Prezzo

La mappa è probabilmente l'elemento più importante del gioco.

Lemegeton è disponibile sul Play Store in due edizioni, una free to play e una pagamento

Lemegeton è disponibile sul Play Store in due edizioni, una free to play e una pagamento, ovvero la Master Edition. Nella prima sono presenti gli acquisti in-app, i banner pubblicitari e i contenuti di gioco sono limitati, mentre nella Master Edition troverete il gioco completo senza accenno agli elementi freemium precedentemente descritti. Il prezzo? Solo 1 €. In verità, l’edizione Master di Lemegeton approdò sul Play Store al costo non indifferente di 7,65€ intorno ai primi di maggio. Solo recentemente l’importo necessario per usufruire dell’offerta ludica completa è sceso vertiginosamente, e la motivazione di ciò è a noi sconosciuta: non sappiamo se è per scarse vendite oppure uno sconto temporaneo, sta di fatto che, a nostro avviso, 1€ per questo gioco ci sembra praticamente un regalo. Nel caso dovesse aumentare nuovamente, la nostra opinione cambierà e il voto stesso di sicuro ne risentirà, ma sappiate che si tratta di un’esperienza di gioco unica su Android e che, almeno secondo noi, merita di essere giocata e supportata a dovere.

8.5

Giudizio Finale

Lemegeton Master Edition è l’esempio videoludico di ciò che vorremmo vedere più spesso sulla piattaforma del robottino verde. Sebbene siano presenti diversi problemi, tra cui un sistema di controllo un po’ macchinoso e un livello di difficoltà altalenante e non ben bilanciato, non ci sentiamo di condannarlo bensì di premiarlo sia per la qualità dell’offerta ludica che per l’originalità, almeno su Android, dell’esperienza di gioco. Se i difetti detti in precedenza non vi spaventano, catapultatevi sul Play Store e procedete all’acquisto: il prezzo, poi, non fa altro che alimentare ancora di più il nostro desiderio di consigliarvelo.

 

Download

Google Play Badge

Videorecensione


Screenshot

Recensionevideo