batman arkham origins header

Batman: Arkham Origins, in arrivo su Android questo inverno una versione dedicata ai dispositivi mobile

Lorenzo Delli

L’annuncio arriva dal New York Comic Con da parte della software house che lo sta al momento sviluppando, ovvero i NetherRealm Studios, gli stessi di Injustice: Gods Among Us. Una versione free-to-play di Batman: Arkham Origins arriverà in mobile, su Android e iOS, questo inverno, in prossimità delle feste natalizie. Il gioco potrà vantare una grafica spinta dall’Unreal Engine e porterà con sé una dose adrenalinica di azione e alcuni elementi in stile RPG che ci permetteranno di personalizzare l’uomo pipistrello secondo il nostro stile di gioco e secondo l’aspetto che più si sposa con i nostri gusti. Batman: Arkham Origins è anche il titolo del nuovo gioco dedicato all’alter ego di Bruce Wayne in arrivo per console, e si tratta del terzo capitolo della serie Batman: Arkham avviata da RockSteady Studios nel 2009. Proprio come la versione per console, in quella mobile la storia inizia con il cattivo di turno, Black Mask, che offre una cifra astronomica al primo assassino che riuscirà ad uccidere l’uomo pipistrello.

Ovviamente i soldi attireranno i classici nemici di Batman, quali Bane, Deathstroke, Electrocutioner e molti altri. Il giocatore si troverà quindi nuovamente proiettato per le strade di Gotham City, impegnato in combattimenti all’ultimo sangue per ristabilire il predominio sulla zona. Avremo a disposizione tutta una serie di nuovi costumi ed equipaggiamento che aumenteranno o diminuiranno determinate caratteristiche, offrendo immunita, vantaggi, boost e altro.

batman arkham origins (3)

Alcuni oggetti saranno esclusiva della versione mobile, mentre alcuni costumi, se sbloccati nella versione per console, potranno essere sbloccati anche nella versione mobile senza spendere ulteriori soldi. Il gioco presenta degli elementi in comune con Batman Arkham City Lockdown, il gioco mobile (sviluppato da Rocksteady Studios) che abbiamo recensito a giugno. Il gameplay, a detta però degli sviluppatori, è stato esteso con ancora più contenuti e il combattimento è stato reso molto più dinamico. Talvolta ci troveremo anche a combattere in prima persona per cercare di portare una serie di attacchi in successione e in punti sensibili con la maggior velocità possibile.

Interrogati sugli acquisti in-app, gli sviluppatori hanno rivelato che gli acquisti appunto sono necessari solo per sbloccare ogni minima cosa presente nel gioco sin dal primo giorno. Giocando ci si renderà conto di quanto il sistema di premi previsto per l’avanzamento nella storia sia sufficiente a garantire l’accesso a tutti i contenuti. Pare che la versione Android arriverà con un po’ di ritardo rispetto a quella iOS, ma comunque entro Natale dovremo avere la possibilità di giocarci.

video