Samsung Galaxy Note 3 12

Arriva il root “Knox-friendly” su Galaxy Note 3

Nicola Ligas

L’implementazione di Knox, e in particolare di eFuse, su Galaxy Note 3 aveva complicato notevolmente la via del root, o meglio, la strada del ripristino allo stato di fabbrica del dispositivo dopo aver ottenuto i permessi di root.

Grazie però al lavoro congiunto di designgearsChainfire ed un non ben precisato “informatore anonimo”, è finalmente stato trovato un modo per ottenere i permessi di root sul firmware stock del Note 3 senza modificare i flag di Knox, chiamando questa tecnica: Root de la Vega, non dal nome del noto spadaccino, ma da quello del CEO di AT&T, Ralph de la Vega, dato che inizialmente si trattava di una soluzione per la variante di questo operatore.

C’è da sottolineare che, sebbene questo metodo funzioni per il rooting, altrettanto non si può dire dell’installazione di una custom recovery, che farà scattare Knox sull’attenti. Inoltre, dopo il rooting, verrà mostrato un lucchetto aperto ad ogni avvio, ma questo può facilmente essere rimosso con l’ultima versione di Xposed e il modulo Wanam, abilitando Security Hacks -> Fake System Status.

Lo sviluppo procede comunque alacremente, e nel corso dell’ultima ora il relativo thread su XDA, al quale vi rimandiamo, è già stato aggiornato due volte, quindi non è escluso che a breve possano esserci ulteriori novità.

Via: XDA
Samsung Galaxy Note 3

Samsung Galaxy Note 3

confronta modello

Ultime dal forum: