131011114922-google-endorsements-story-top

Gli utenti Google a breve diventeranno parte integrante della pubblicità

Nicola Ligas -

Il titolo può essere un po’ più spaventoso di come le cose siano in realtà, ma è bene comunque soffermarsi un attimo sul suo significato. Molti di voi si saranno infatti accorti che nella serata di ieri Google ha annunciato un aggiornamento dei suoi termini di servizio, che entreranno in vigore dal prossimo 11 novembre. Le novità principali sono le seguenti:

  • Primo, un chiarimento su come il nome e la foto del profilo potrebbero apparire nei prodotti Google (fra cui recensioni, pubblicità e in altri contesti commerciali).
  • Secondo, un promemoria relativo all’utilizzo sicuro dei dispositivi mobili.
  • Terzo, dettagli sull’importanza di mantenere riservata la password.

Potete leggere la spiegazione dettagliata dei tre punti nei link che vi abbiamo fornito, ma quello che ci interessa adesso è il primo. Nome e foto del profilo potrebbero apparire nei prodotti Google, tra cui appunto la pubblicità, o le recensioni. È un po’ ciò che già accade sul Play Store quando vediamo che un amico ha fatto +1 su una certa app, soltanto che qui parliamo di un altro contesto, anche commerciale, nel quale potremmo facilmente vedere i pareri altrui associati ad esempio ad un risultato di ricerca.

Niente panico comunque: se ritenete tutto questo una grande violazione della privacy, basta seguire il link consigliato e togliere il segno di spunta a fine pagina sulla voce “a seconda della mia attività, Google può mostrare il nome e la foto del mio profilo nei consigli condivisi che vengono visualizzati negli annunci.” Per fortuna insomma, è davvero semplice rimuovere il proprio profilo, a patto di sapere dove andare a cercare; se per voi la cosa fosse quindi un problema, fate circolare la voce (di leggere AndroidWorld.it) tra amici e conoscenti.