themer

Themer: la nostra prova dell’app di personalizzazione legata a MyColorScreen

Nicola Ligas -

Nutrivamo grandi aspettative circa l’avvento di Themer, non l’abbiamo mai nascosto, aspettative che in parte sono state deluse ed in parte no.

Anzitutto un veloce riepilogo per chi si fosse perso le puntate precedenti: Themer è un’app legata a MyColorScreen, un noto sito che ospita centinaia di temi grafici per dispositivi mobili, per lo più Android, spesso corredati da tutorial passo passo sulle app necessarie a realizzarli e su come montare il tutto. Avendo tempo e pazienza avrete la soddisfazione di personalizzare profondamente il vostro dispositivo, ma non avendo l’uno o l’altro affidarsi ad una soluzione automatizzata, come Themer appunto, poteva essere un’alternativa molto allettante.

In realtà, per quanto Themer riprenda alcuni dei temi di MyColorScreen, l’effetto non è esattamente lo stesso: l’app non scaricherà i vari widget e/o il launcher di turno necessario, ma Themer è a sua volta un launcher, con alcuni widget predefiniti, e tutti i temi che andremo a scaricare gireranno rigorosamente su di lui e grazie a lui. Dovremo quindi dire in ogni caso addio al nostro launcher preferito, anche se dobbiamo ammettere che l’app drawer di Themer è molto simile a quello di Android stock, e altrettanto veloce, e anche la scorrevolezza delle varie homescreen non ci ha dato problemi.

Rimane insomma un’utopia probabilmente irrealizzabile quella di avere un’app che “monti” i vari temi presenti su MyColorScreen, temi che spesso richiedono comunque un launcher specifico, che potrebbe non coincidere con quello che utilizziamo solitamente. Themer da questo punto di vista è esattamente come Buzz Launcher, che già abbiamo visto la scorsa primavera: un launcher in grado di scaricare una serie di temi pre-confezionati che vengono rapidamente installati e configurati automaticamente. È un male? Non necessariamente. Qual è il migliore tra i due? Themer è ancora in beta, qualche bug c’è e i temi sono pochi, soprattutto rispetto a quelli di Buzz. La qualità complessiva, la stabilità e l’originalità dei temi però ci sembrano potenzialmente superiori nel progetto di MyColorScreen, e col tempo e con i miglioramenti ancora possibili, potrebbe facilmente rappresentare la soluzione migliore per una ventata di facile personalizzazione al nostro dispositivo.

Vi ricordiamo che per richiedere il codice necessario alla beta dovete lasciare il vostro indirizzo email su questo sito. Di seguito la nostra video prova di Themer, anche confrontato con Buzz Launcher.

video