bright switch

bRight Switch: un interruttore da parete con Android. Sarà l’antenato del Nexus Shining?

Nicola Ligas -

Il titolo dell’articolo può risultare un po’ criptico a chi non ci segua regolarmente, ma andiamo con ordine e vedrete che tutto sarà presto chiaro.

Iniziamo con bRight Switch: si tratta di una serie di interruttori da parete, anche con tanto di schermo touchscreen e sistema operativo Android, che ovviamente faranno ben di più del classico accendi/spegni delle luci domestiche. Tutti e tre si collegano alla rete Wi-Fi, ma solo nLine  è anche accompagnato dal robottino (eLine switch, ed eLine outlet sono invece i due modelli base) e come tale in grado di eseguire una serie abbastanza complessa di funzioni:

  • Learning mode: impara nel tempo dal suo utilizzo e automaticamente attiva la luci basandosi sulle nostre abitudini.
  • Regolatore di intensità della luce: sono forniti molti metodi di regolazione della luce, e supportati vari tipi di bulbo delle lampadine, siano esse incandescenti, CFL, o LED.
  • Timer programmabili: luci (o altro) si accendono (o spengono) quando volete.
  • Speaker e microfono integrati: possono essere usati sia come sistema di intercomunicazione interno o come sveglia, ad esempio.
  • Rilevatori di prossimità/movimento: spengono le luci quando lasciamo la stanza, o quando nessuno le sta utilizzando.
  • Wi-Fi: permette di accedere e controllare gli eventuali the nLine Switch o altri bRight Switch presenti sulla stessa rete.
  • Outlet control: qualsiasi eLine Outlet (la presa da parete) in una presa di corrente controllata via wireless.
  • Altre funzioni personalizzabili: orologio/data, nome/messaggi, luci notturne, ecc.

Questo interessante progetto è al momento a caccia di fondi su Indiegogo, quindi, se volete che diventi realtà, correte a sostenerlo: servono ben 400.000 dollari e siamo appena agli inizi.

Venendo invece al Nexus Shining, forse vi ricorderete di lui da un articolo di pochi giorni fa, in merito ai nomi in codice di possibili nuovi dispositivi Nexus su cui Google starebbe lavorando, ben diversi dai tradizionali smartphone o tablet: ebbene, Shining potrebbe essere proprio un “interruttore intelligente”, del quale però non abbiamo alcun dettaglio.

Difficile dire se la strada intrapresa da Google sia affine a quella di bRight Switch, anche perché quest’ultimo è un progetto ormai avviato, mentre di quello di BigG conosciamo a malapena il nome (che potrebbe sempre cambiare, o rivelarsi solo fumo negli occhi). Certo è che il progetto Android@Home aspetta da anni di decollare, anzi, di compiere addirittura i primi passi, ed era praticamente ovvio che nel frattempo altri sarebbero arrivati per primi.

In attesa di saperne di più (cosa della quale dubitiamo a breve) vi lasciamo con alcuni video del ben più concreto bRight Switch.

httpvh://vimeo.com/74128317

httpvh://vimeo.com/75445137

httpvh://vimeo.com/75445139

Via: Android PoliceFonte: Artem Russakovskii
video