A.I watch

A.I Watch: un altro smartwatch, con capacità telefoniche, a caccia di fondi su Indiegogo

Nicola Ligas

La moda degli smartwatch è senz’altro tale sulla carta e, a giudicare dal favore che campagne di raccolta fondi come questa hanno avuto in passato, anche “nei cuori” della gente; eppure non riusciamo a toglierci di mente che l’orologio intelligente che vorremmo ancora non esiste.

A dire la sua in merito ci prova A.I. Watch un nuovo (ennesimo) progetto giunto a caccia di denaro pubblico su Indiegogo. Dalla sua l’orologio gode di piena autonomia dall’eventuale smartphone accoppiato, grazie ad un proprio slot SIM, in grado di assicurargli sia connettività 3G che capacità telefoniche autonome, con speaker e microfono integrati: è insomma, in tutto e per tutto, un vero Android da polso.

Alimentato da una batteria da 500 mAh e spinto da un ignoto processore dual-core da 1,2 GHz (10.840 su AnTuTu) con 512 MB di RAM, A.I watch deve la propria “intelligenza” ad Android 4.0.4 (con tanto di accesso al Play Store) che risiede sui 4 GB di memoria interna a sua disposizione.

A dispetto di questo, l’interfaccia che vediamo sul display da 1,54” a 240 x 240 pixel di risoluzione, ci ricorda tanto lo stile Metro di casa Microsoft; non preoccupatevi comunque, perché la personalizzazione sembra essere di casa, e l’accesso a Google Play di certo contribuirà a farvi concentrare sulle numerose funzioni a disposizione, che vanno dal fitness, alla navigazione con Maps, passando anche per streaming video e social network.

Obiettivo della campagna: 100.00$, proprio come Omate TrueSmart, che ha raccolto 10 volte tanto, e nonostante per ora siamo appena sotto quota 2.500$, A.I ha già pronta una tabella con i bonus relativi al raggiungimento di cifre superiori a quella richiesta. Prezzo minimo per portarsene a casa uno: 179$ per i primi 500 finanziatori; un buon affare se considerate che lo smartwatch sarà in vendita per 279$. Se voleste contribuire, dirigetevi quindi su Indiegogo, con una lunghissima descrizione delle sue potenzialità, e non dimenticate anche uno sguardo al sito ufficiale. Di seguito alcuni video che ce lo mostrano in azione.

Via: Engadget
video