Open Project

Open Project: un sistema per proiettare le nostre app su qualsiasi schermo

Nicola Ligas

Google è costantemente alla ricerca di nuovi modi per rendere più trasparente possibile l’interazione tra dispositivi diversi, e sebbene l’idea di fondo di “una vita nella cloud” sia in parte già realtà, non è così facile muoversi facilmente da un device all’altro, specie quando molto diversi, continuando il proprio lavoro in maniera ininterrotta.

Diversi mesi fa è stato realizzato Deep Short, un sistema che permette di “catturare” con la fotocamera del proprio smartphone un’applicazione (es. Maps) che giri su un computer, per poi ritrovarsela in mobilità sul proprio dispositivo. Oggi è la volta del contrario, in un certo senso, ovvero di come trasferire contenuto su uno schermo remoto dal proprio telefono. Ma andiamo con ordine e vediamo prima un video di Deep Short.

L’idea di partenza è che, per quanto grande, lo schermo di uno smartphone non sarà mai adatto ad un certo tipo di interazione, e quindi non sarebbe bello poter sfruttare qualsiasi altro display avessimo “a tiro”? Open Project (PDF) è quindi un framework end-to-end web-based, che permette all’utente di proiettare le proprie applicazioni su un arbitrario display, da quello del televisore ad una parte di schermi tattili, utilizzando sempre la fotocamera del telefono, in modo da poter condividere e collaborare.

Il bello di Open Project è poi che gli sviluppatori possono integrarne il supporto nelle proprie app semplicemente grazie ad una libreria, senza richiedere di hardware particolare.

A questo punto non ci resta che lasciarvi con l’interessante video presentazione di Open Project, sperando di vederlo a breve concretizzarsi in qualcosa di reale e funzionale, piuttosto che rimanere un avveniristico progetto sul quale sognare un futuro che è sempre più vicino

Via: Terch Crunch
video