8.5

fifa 14 header

FIFA 14 di EA SPORTS™ finalmente disponibile per il download, ecco la nostra prova [Recensione]

Lorenzo Delli -

fifa 14 iconaSono passati appena tre giorni dal rilascio di FIFA 14 sul Play Store e finalmente la divisione Sports di EA ha reso disponibile a livello globale il suo nuovo gioco di calcio dedicato proprio alle piattaforme mobili. Su iOS il titolo è già disponibile da qualche giorno, ma fortunatamente EA non ci ha messo molto a portare il titolo su Android, grazie anche al fatto che FIFA 14 è di fatto disponibile gratuitamente con il supporto di acquisti in-app volti a sbloccare nuove modalità di gioco, per circa 4,50€, o nuove carte da gioco per la modalità Ultimate Team. Riguardo quest’ultimo dettaglio, cercheremo di spiegarci meglio durante l’articolo nella sezione dedicata ai contenuti.

Come già accennato il funzionamento è simile a quello di Madden NFL 25, gioco di Football lanciato sempre in questi giorni da EA Sports. Stiamo testando le funzionalità del gioco da diverse ore con l’obbiettivo di fornirvi una panoramica ricca di screenshot e di impressioni del nuovo capitolo di una delle serie calcistiche più famose del mondo videoludico. Dobbiamo ammettere che nel complesso il lavoro svolto su FIFA 14, da un punto di vista grafico, di controlli e di contenuti, è davvero eccellente: non sembra quasi di giocare ad un titolo per piattaforma mobile, ma un qualcosa di più elaborato, più curato e più vasto di ciò a cui siamo normalmente abituati. Ma prima di procedere con la nostra veloce review, vi anticipiamo subito il link al Play Store in modo che gli appassionati più impazienti possano subito procedere con il download.

Google Play Badge


9.0

Giocabilità e contenuti

fifa (2)

Nulla da eccepire al gameplay e al reparto controlli offerto da EA con FIFA 14. Il gameplay offre così tanti spunti di gioco che ci ritroveremo quasi disorientati dalle infinite possibilità. Potremo lanciarci nell’azione immediata giocando le partite della settimana, aggiornate appunto con cadenza settimanale da EA stessa, portare avanti la nostra squadra, dedicarci all’attività manageriale con una squadra scelta appositamente o anche competere in uno dei tanti campionati calcistici sparsi nel mondo, a patto però di acquistare i contenuti bloccati (vedi sezione Prezzo della recensione).

Potremo lanciarci nell’azione immediata, giocando le partite della settimana

Per accedere ai contenuti aggiornati è necessario un account Origin di EA, che sarà possibile creare anche dal gioco. Questa settimana ad esempio si ha accesso ai big match che ci sono stati nei campionati durante il fine settimana: sarà possibile rigiocare il derby Roma – Lazio o la sfida Manchester City – Manchester United, e cambiare le sorti (o riconfermarle) di queste partite.

FIFA 14 effettivamente necessita di una connessione dati per determinate modalità di gioco, ma per partecipare ai campionati non sarà necessario appoggiarsi ad internet. Così però si perde una delle modalità più originali presenti nel gioco, ovvero Ultimate Team. Come funziona Ultimate Team: si viene assegnati ad una squadra facente parte di un campionato casuale con un gruppo di giocatori anch’essi casuali (e non facenti parte della squadra a cui siamo assegnati) con cui creare una rosa di gioco. Gli atleti sono praticamente il premio ricevuto da delle sorte di bustine di carte, che, a seconda del prezzo pagato, contengono giocatori più o meno forti, allenatori, tecnici di squadra, nuovi stadi, maglie, palloni e altri tipi di oggetti.

fifa (27)

Con il contenuto delle bustine dovremo cercare di assemblare il nostro dream team, in modo da eccellere nelle classifiche globali e comparire alla voce “Squadra Settimanale“. I meccanismi sono davvero complessi e non basterebbe una recensione completa per descrivervi tutto. Pensate che troverete anche una sezione Mercato dove gli altri utenti proporranno eventuali doppioni o giocatori non in rosa in un’asta in tempo reale, con battaglie a suon di offerte o con la modalità compra subito: una sorta di eBay calcistico insomma!

Ci ha un po’ deluso la modalità manageriale

Ci ha un po’ deluso la modalità manageriale, che permette sì la gestione di molti aspetti della squadra da noi scelta, ma che si riduce ad una “misera” diretta testuale durante lo svolgimento delle partite (poteva benissimo essere sfruttato il motore di gioco per offrire un’esperienza più completa). Peccato per l’assenza di un vero e proprio comparto multiplayer, che avrebbe fornito al gioco un’ulteriore spinta nei download e nelle vendite. Sfidare i propri amici nella modalità Ultimate Team risulterebbe davvero divertente, anche se entrano in gioco le meccaniche degli acquisti in-app che potrebbero portare a uno sbilanciamento proprio delle squadre. Su iOS è però disponibile una modalità multigiocatore ed è quindi probabile che EA Sports la introdurrà anche da noi in un secondo momento con un aggiornamento.

fifa (21)

Anche il comparto controlli ha ricevuto una discreta cura ed offre diverse modalità di movimento e di azione in campo. Potremo affidarci all’uso di un pad virtuale sulla sinistra per il movimento dei giocatori con una pulsantiera posta sulla destra per i controlli principali (tiro, passaggio, scivolata e quant’altro), o anche comandi basati sull’uso di tap e swipe mirati. Un consiglio: seguite attentamente le schermate di guida ai controlli proposte dal gioco, sia durante la fase “tutorial“, sia durante i primi match che affronterete.

9.0

Comparto Audiovisivo

fifa (4)

Dalla nostra prova su Nexus 7 2013 il comparto visivo di FIFA 14 ci ha offerto non solo ottime prestazioni in fatto di fluidità e di resa grafica, ma anche un ottimo grado di realismo nella realizzazione poligonale dei giocatori. Nulla a che vedere con la versione di FIFA dedicata alle console, ma bisogna ammettere che gli atleti sono riconoscibili senza nessuno sforzo. Lo screenshot che ritrae il famoso portiere Buffon è a dir poco realistico: nella nostra galleria troverete altri scatti eseguiti durante il nostro test del derby Roma – Lazio e anche alcuni relativi allo scontro tra le due squadre Manchester. Vero è che, i movimenti e le animazioni non sono poi forse così diversi da quelli offerti da FIFA 12, ma sfruttando la completissima modalità replay che il gioco mette a disposizione, si può osservare nei minimi dettagli ogni minimo spostamento e reazione dei giocatori e notare la cura che EA vi ha riposto.

fifa (33)

Il comparto audio viene coadiuvato da una buona scelta di tracce audio originali comprendenti brani recenti selezionati accuratamente (un po’ come per Asphalt 8). È inoltre possibile scaricare il file per la cronaca audio in tempo reale anche in lingua italiana: purtroppo sotto questo aspetto vi sono ancora delle enormi lacune di fondo. Le due voci che si  alternano durante le partite non sembrano collaborare tra loro, talvolta interrompendosi o talvolta dicendo in sostanza la stessa cosa. Attenzione a non sbagliare un tiro, o riceverete commenti per niente cordiali!

Per quanto potremmo passare ore ad elencare pregi e difetti del motore grafico e del comparto audio, non possiamo non dare un giudizio più che buono ad un titolo che vi ricordiamo essere dedicato alle piattaforme mobili. Anche in questo caso quindi il voto relativo al settore audiovisivo non può che essere alto: certo, si può sempre fare di meglio, ma al momento FIFA 14 in campo calcistico è il titolo che riesce ad offrire di più sotto questo punto di vista.

8.0

Prezzo

Cerchiamo di far luce su ciò che offre gratuitamente FIFA 14 e su cosa risulta essere a pagamento. La modalità Ultimate Team è quella a cui avrete accesso tramite il download della vostra copia gratuita dal Play Store. Come già accennato, tale modalità si basa sull’acquisto di bustine di calciatori, contenenti atleti casuali più altre carte da gioco.

Scaricando FIFA 14 gratuitamente saremo in grado di provare le potenzialità del gioco tramite Ultimate Team

Sarà possibile sì sbloccarle con i soldi guadagnati partecipando a tornei e vincendo partite, ma sarà anche possibile acquistare credito virtuale per acquistare nuovi pacchetti più velocemente. Liberi comunque di affrontare il tutto senza spendere un centesimo, basandosi sulla propria fortuna e sulle ore di gameplay che gli dedicherete: più tornei vincerete più crediti guadagnerete e, di conseguenza, più bustine sarete in grado di acquistare. Per quanto riguarda invece le modalità aggiuntive, dovrete sborsare circa quattro euro per avere accesso appunto alla modalità manageriale, ai campionati, ai calci di rigore e ai calci di inizio. Tutto sommato non ci dispiace questa modalità di vendita: scaricando FIFA 14 gratuitamente saremo in grado di provare le potenzialità del gioco tramite Ultimate Team, per poi decidere se sbloccare i contenuti aggiuntivi sempre tramite acquisti in-app. Molti giocatori prenderanno in considerazione l’acquisto anche solo per l’accesso ai vari campionati, più di 30 con oltre 600 squadre e 16.000 giocatori sotto licenza. Numeri da capogiro!

8.5

Giudizio Finale

Anche se non non siete appassionati di giochi calcistici, FIFA 14 è in grado di offrire degli spunti di gioco che potrebbero portare a far appassionare anche l’utente meno avvezzo al genere, e nonostante la presenza della principale modalità di gioco altamente influenzata dagli acquisti in-app, si ha l’impressione di trovarsi di fronte ad un titolo che può offrire ore e ore di divertimento.

fifa (9)

Ciò che va ad influenzare (negativamente) il voto finale è forse un’impostazione complessiva che poco si adatta a chi si avvicina per la prima volta al genere. La modalità presente nella sezione free-to-play del gioco, ovvero Ultimante Team, è senza dubbio appassionante e piena di contenuti da scoprire, ma tende a disorientare il giocatore neofita proponendo, ad esempio, acronimi dei ruoli che non sono “di pubblico dominio“. Anche selezionando la scheda del giocatore, alla voce ruolo ci accoglierà un triste acronimo che poco ci dirà su quello che effettivamente è la posizione in campo da assegnare all’atleta. Per fortuna è anche possibile creare le rose automaticamente basandosi sulle carte a nostra disposizione. Anche i controlli offrono davvero molte varianti, ma non vi abbiamo consigliato a caso di seguire con attenzione il tutorial: potreste infatti trovarvi disorientati anche sotto questo punto di vista.

Il nostro consiglio (N.d.A.: un altro? Ebbene si!) è quello di provare con mano FIFA 14, anche se il download risulta piuttosto impegnativo (1,2 GB!). Essendo gratuito, almeno in parte, il modo migliore di giudicare se il titolo vi risulta affine e testarlo a fondo per poi decidere se procedere o meno con l’acquisto. Privarsi dei campionati infatti taglia le gambe alla modalità indubbiamente più apprezzata dagli appassionati del genere. Vi lasciamo quindi con una vasta galleria di screenshot e nuovamente con il link al Play Store.

Download

Google Play Badge

Screenshot

FIFA