7.0

magicka titolo

Magicka: i maghi della tavola squadrata [Recensione]

Giorgio Palmieri

magicka iconaGli sviluppatori che sfruttano la limitazione del touchscreen come punto di forza in ambito gaming si contano sulle dita di una mano. C’è chi cerca di implementare formule di gioco a forza ottenendo discreti risultati, mentre in altri casi quasi imbarazzanti, ma c’è una piccola parte che vede la piattaforma tablet come un’opportunità per offrire all’utente un’esperienza di gioco completa e, soprattutto, adatta all’hardware che offre. Paradox Interactive, software house autrice di Leviathan: Warship, ha visto del potenziale nei dispositivi tablet e ha prodotto in esclusiva per questi device Magicka: Wizards of the Square Tablet, spin-off (se così vogliamo chiamarlo) della serie presente su PC. Vediamo insieme se queste potenzialità sono state sfruttate a dovere.

7.0

Giocabilità

Regola numero uno: mai eseguire magie elettriche durante la pioggia.

mescolando la terra con il fuoco potremo creare delle palle infuocate

La versione per tablet Android di Magicka abbandona la classica struttura del genere azione-avventura del capitolo originale a favore di un più semplice picchiaduro a scorrimento. La meccanica base è stata chiaramente modificata al fine di creare un prodotto originale ma allo stesso tempo giocabile anche sulla piattaforma del robottino verde. Dunque, saremo di fronte a livelli lineari a scorrimento orizzontale, e nel mentre dovremo sconfiggere mostri su mostri. A differenza dei beat ‘em up a-la-Final Fight, in Magicka non avremo la possibilità di prendere a pugni i nemici, bensì di attaccarli combinando sette elementi (terra, fuoco, ghiaccio, natura, elettricità, acqua e barriera) per creare potenti magie: mescolando la terra con il fuoco potremo creare delle palle infuocate, o unendo l’elettricità al fuoco è possibile sparare degli enormi laser. Il sistema di controllo è completamente basato sui tap su touchscreen sia per il movimento che per effettuare le magie, in quanto è assente qualsiasi tipo di virtual pad.  Nonostante questa soluzione sembri l’ideale, purtroppo in pratica non funziona come avrebbe dovuto e tende a rendere eccessivamente confusionaria l’azione di gioco.

Non fatevi ingannare dallo stile grafico: Magicka è un titolo abbastanza violento.

Il sistema di controllo è completamente basato sui tap su touchscreen

I mostri a schermo sono molti e il dover preparare combinazioni di magie via tap risulta una scelta potenzialmente accattivante ma allo stesso macchinosa. Gli sviluppatori hanno pensato bene di inserire nemici con debolezze e quindi il gioco incentiva il giocatore a cambiare magie di tanto in tanto, trasformando il gameplay in qualcosa di più ragionato. Bisognerà porre attenzione anche al nostro personaggio, in quanto potrà essere influenzato dagli elementi e dall’efficacia delle magie: ad esempio, un giocatore fradicio non potrà eseguire magie elettriche altrimenti verrà fulminato, o un mago in fiamme potrà essere spento semplicemente con una magia dell’acqua. Il sistema non prevede utilizzo del mana e quindi potrete sbizzarrirvi con le combinazioni in quanto è possibile combinare fino a quattro elementi alla volta. A nostro avviso, però, l’originale ed interessante meccanica di gioco risulta troppo caotica e alla lunga ripetitiva a causa delle limitazioni del lineare level design. Complessivamente, la giocabilità di Magicka si attesta su livelli discreti.

8.0

Contenuti

Le pergamene sono oggetti consumabili.

l’assenza di una modalità Deathmatch si fa sentire

L’offerta contenutistica di Magicka è piuttosto buona: il gioco offre la possibilità di giocare la campagna sia in singolo giocatore che in multiplayer, ed entrambe sono farcite di pregi e difetti. Nel singolo giocatore l’azione di gioco è troppo lineare e ripetitiva, ma riesce comunque a proporre un’avventura valida e unica nel suo genere grazie anche alla trama piena di umorismo e dialoghi colmi di battute. Il multiplayer riesce nell’intento di mettere da parte la ripetitività perché condividendo il titolo con alcuni amici il problema (almeno in parte) non sussiste. D’altro canto, però, l’azione di gioco diventa praticamente un tripudio di esplosioni confusionarie che snaturano (più o meno) il gameplay, ma assicurano risate a non finire. Purtroppo l’assenza di una modalità Deathmatch si fa sentire, ma le partite in co-op finiranno per diventare praticamente un’arena di guerra. Per quanto riguarda lo sviluppo non c’è molto da dire in quanto potrete finire il gioco anche senza acquistare nulla. Completando le missioni otterrete monete da spendere per l’acquisto di nuove staffe, abiti, animali da compagnia e pergamene. Ognuno di questi oggetti hanno effetti particolari, come, ad esempio, l’incremento dell’efficacia di un elemento. Per il prezzo proposto, un’offerta ludica abbastanza generosa.

8.0

Comparto Audiovisivo

Secondo i maghi con l'accappatoio qualsiasi cosa arrosto è meglio. Quasiasi. Anche un'arpia.

Il comparto grafico di questo titolo Paradox Interactive non punta alla spettacolarità, bensì su una resa caricaturale ed umoristica di ogni singolo elemento di gioco. Il risultato è uno stile cartoon accattivante che sfoggia una discreta varietà sia nel bestiario che negli ambienti. Il lato sonoro del titolo, invece, supera di gran lunga la media dei giochi portatili, proponendo musiche epiche ed effetti sonori ben diversificati davvero niente male.

8.0

Prezzo

 

Gli acquisti in-app di Magicka sono completamente accessori.

Il gioco è disponibile sul Play Store al costo di 1,63€, con acquisti in-app volti a sbloccare valuta extra. I prezzi sono i seguenti:

  • Monete d’oro: un acquisto minimo di 1,63€ per 1.500 monete d’oro fino ad un massimo di 51,99€ per 100.000 monete d’oro.

Sebbene a qualcuno potrebbe non andare giù il fatto che siano presenti acquisti in-app in un prodotto a pagamento, possiamo assicurare che questi sono completamente accessori, e il prezzo proposto per questo capitolo di Magicka per tablet ci è sembrato squisito per i contenuti offerti.

7.0

Giudizio Finale

Magicka: Wizards of the Square Tablet si è rivelato essere un titolo valido per certi aspetti ma sono presenti dei problemi che non gli permettono di diventare un must-have. La meccanica di combinazione degli elementi porta con sé una ventata di freschezza e innovazione, ma allo stesso tempo rende troppo confusionaria l’azione di gioco. Divertente, fresco ma con molti punti deboli, questo lavoro di Paradox Interactive ci ha convinti in parte e lo consigliamo soprattutto ai gamer che vogliono condividere l’esperienza di gioco con un amico nella modalità multiplayer.

 

Download

Google Play Badge

Trailer

&

Screenshot

Recensionevideo