Untitled-1[1]

Play Music si aggiorna con una nuova Radio ed una misteriosa XDI

Nicola Randone -

Google-Play-Music[1]

Anche probabilmente non l’avrete ancora ricevuta, sappiate che è in roll-out una nuova versione di Play Music, nello specifico la v5.2.1204L.

Tra le novità innanzitutto l’introduzione della funzione Radio che, in aggiunta alla già presente attivabile tramite l’artista o la canzone, è strettamente legata al servizio All Access ed è stata inserita come un genere vero e proprio. Una volta selezionato, il genere Radio appare come un nuovo Tab che, a sua volta, ha ulteriori sottocategorie che non sono altro che i generi musicali.

Un’ulteriore novità riguarda la voce Send Feedback, presente nel menu, che permette di segnalare a Google eventuali problemi, suggerimenti per il miglioramento dell’app o semplicemente i nostri complimenti.

Dulcis in fundo, la coda di Download si arricchisce adesso di un bottone che permette di mettere in pausa (e quindi anche di riavviare) lo scaricamento dei brani che desideriamo ascoltare off-line.

Per i curiosi e gli sviluppatori, l’apk della nuova versione di Play Music nasconde un’attività chiamata “.xdi.XdiPlayActivity” ed altri riferimenti ad un fantomatico nome, “XDI“, sparsi per tutta l’applicazione, tutto questo insieme ad un’intera cartella chiamata proprio XDI; tra le righe è stato trovato un nuovo “.xdi.XdiContentProvider,” che ha un permesso chiamato “com.google.android.xdi.permission.ACCESS_APP_BROWSE_DATA” ed una nuova authority “com.google.android.music.xdi.”; chi ha decompilato l’apk ha inoltre trovato una nuova icona chiamata “ic_xdi_launcher_music.png” tutta nera con il logo di Play Music e, per finire, ogni smali nella cartella XDI termina con la parola “Cursor”.

Untitled-1[1]

Probabilmente chi tra i nostri lettori è più esperto nella programmazione su Android saprà dirci qualcosa in più su questi ulteriori riferimenti.

Aggiornamento: è venuto fuori che tutto questo dovrebbe riferirsi ad un’API per il controllo remoto della riproduzione musicale su Google Glass (e probabilmente anche su altri dispositivi).

Per l’aggiornamento sul Play Store fate riferimento al badge sottostante o, nel caso in cui il roll-out non sia ancora arrivato e proprio non potete resistere, a questo indirizzo troverete l’apk.

Get it on Google Play

Fonte: Ron Amadeo Google+