CyanogenMod_Account

CyanogenMod Account: anche CM ha il suo servizio di recupero smartphone smarriti

Nicola Ligas

Possiamo solo immaginarci quanto non avranno festeggiato in casa CyanogenMod l’improvviso avvento di Android Device Manager, dato che nello stesso momento anche loro stavano lavorando ad una feature davvero molto simile, annunciata ufficialmente quest’oggi.

CyanogenMod Account permette infatti non solo di localizzare il proprio telefono smarrito, ma anche di cancellare da remoto ogni dato, inclusi quelli nella scheda SD. Il servizio è completamente sicuro, nel senso che il server non avrà mai la vostra password (i dettagli tecnici sono ben illustrati in questo post del noto Koushik Dutta), rivendicando che è così che un servizio del genere dovrebbe essere fatto, perché anche se fosse compromesso, anche se un ipotetico governo ne forzasse le maglie, nessun dato personale sarebbe comunque recuperato.

Sia chiaro che parliamo di una funzione opzionale: nessuno vi obbligherà in alcun modo a registrarvi a niente e se non lo vorrete usare, sarà a discrezione vostra. Questo servizio farà parte anche di un altro progetto per portare gli “SMS sicuri” su CyanogenMod, e per l’integrazione con il forum del firmware.

E tanto per ribadire ancora la sicurezza del servizio e la trasparenza di CyanogenMod in materia, il codice del sito web non è offuscato e l’applicazione è open-source e sotto licenza Apache, il che significa che chiunque può contribuire e anzi è incoraggiato a farlo. Data la profondità di questo cambiamento, non aspettatevelo però da subito nelle nightly.

Infine, CyanogenMod annuncia anche che nel prossimo futuro le release si divideranno in due rami: lo “user branch“, firmato con la chiave privata di CM, per mettere ancor più al sicuro il sistema; ma per non togliere la tradizionale ‘hackerabilità’ di CyanogenMod, ci sarà anche un “developer branch” che continuerà ad utilizzare la test_keys, una chiave generica fornita con l’SDK di Android e utilizzata fino ad ora. Date insomma agli sviluppatori ciò che è per gli sviluppatori, e a chi usa solo CM ma non vi contribuisce, ciò che è meglio (e più sicuro) per loro.

E ricordate queste sono solo le prime novità di Project Nemesis, e che molte altre arriveranno. A proposito: e il sito cyngn.com? Al momento ci chiede solo se siamo pronti per la rivoluzione, mostrandoci un androide con quelle che sembrano elettroniche ali d’angelo; anche scavando un po’ nel sorgente della pagina è possibile trovare solo termini vaghi come “you know, i sorta thought my contribution… could be a magic show!“. Magia, angeli…la cabala…ma cos’avrà in mente CyanogenMod per stupirci ancora?

Fonte: CyanogenMod