answers screens

Google potenzia Search, ma per ora solo in USA

Nicola Ligas

La ricerca vocale di Google si fa sempre più smart, soprattutto se vivete negli USA, collegandosi maggiormente a Gmail, Calendario o Google+. Se in una di queste app ci sono infatti informazioni su voli aerei che dovete prendere o pacchetti che state aspettando di ricevere, Google Search li troverà rapidamente al posto vostro, sia che si tratti della versione mobile piuttosto che di quella desktop.

  • Voli: chiedi a Google “il mio aereo è in orario?” e avrai la risposta
  • Prenotazioni: chiedi “le mie prenotazioni” per controllare le cene prenotate o “my hotel” per avere a portata di mano indirizzo e telefono dell’albergo, e con un tap saremo guidati a destinazione.
  • Acquisti: chiedi “my purchases,” e verrà restituito lo stato degli ordini attuali.
  • Panificazioni: chiedi “quali sono i miei piani per domani?” per vedere un sommario di voli, hotel, ristoranti ed eventi che avete già programmato
  • Foto: “Show me my photos from Thailand” mostrerà invece subito le foto immagazzinate su Google+ (della Thailandia). È possibile chiedere anche altre cose, come “my photos of sunsets” se volete vedere tutti i tramonti che avete catturato: Google cercherà di riconoscere automaticamente il tipo di foto che avete chiesto.

È importante sottolineare che questo tipo di informazioni sono strettamente personali e visibili solo a noi, quando loggati col nostro account, tramite una connessione sicura. Ovviamente la loro accuratezza può variare in base a molti fattori.

Google non commenta comunque sull’esportazione di questi servizi al di fuori degli USA, il che non è certo di buon auspicio per coloro che li aspettano anche dalle nostre parti.

Fonte: Google