half life

Half-Life in porting su Android

Giorgio Palmieri -

Sviluppato da Valve Software e pubblicato da Sierra On-Line nel lontano 1998, e da Valve stessa al giorno d’oggi, Half-Life ha rappresentato ben più di un semplice sparatutto in prima persona. La software house di Gabe Newell è riuscita a sfornare un prodotto che ha rappresentato una vera e propria evoluzione nell’ambito del gaming, in particolar modo dal punto di vista dell’immedesimazione del giocatore. Infatti, Half-Life fu il primo sparatutto in prima persona in cui tutte le scene di gioco erano raccontante senza fare uso di cut-scene, ma lasciando il giocatore nel bel mezzo dell’azione. Un capolavoro senza tempo che ha condizionato una buona parte degli sparatutto di oggi, e che ha, inoltre, collezionato milioni e milioni di fan in tutto il mondo. Un amore talmente grande quello provato verso Half Life che, alcuni ragazzi, rimasti delusi dopo l’uscita di Half-Life: Source (una riproposizione del primo episodio rilasciato in contemporanea con l’uscita di Half-Life 2 nel 2004), decisero di mettersi al lavoro al progetto Black Mesa, un remake grafico di Half-Life con grafica attualizzata agli standard odierni grazie al Source, il motore grafico di Valve.

Valve+can+t+count+to+3_1006ba_2148029

Il mondo di Half-Life è un mondo super apprezzato e in un certo senso anche un po’ odiato: c’è gente (come noi) che aspetta da anni il terzo episodio della saga ma, a quanto pare, negli studi di Valve non si conosce il numero 3. Lo abbiamo ripetuto più volte, l’amore non è bello se non è litigarello, quindi dobbiamo ancora portare un po’ di pazienza, anche perché Valve è una software house meticolosa che cerca di rilasciare un titolo solo se è davvero pronto (when it’s done).

Tutto questo ambaradam per dire cosa: innanzitutto per descrivervi uno dei più importanti titoli del panorama videoludico, e poi per introdurvi la news di oggi, ossia che è in lavorazione un porting di Half-Life per Android. Non abbiamo molte notizie a riguardo, ma sappiamo che il progetto è in fase di creazione utilizzando Unity3D, e non il Source. Il porting non utilizzerà nessun file del titolo originale, che siano script o modelli grafici, dunque non dovrebbero esserci problemi legali o quant’altro. Vi lasciamo con il video dimostrativo del gioco, sperando che il progetto non venga cancellato proprio come il suo collega.

Aggiornamento: Qui e qui troverete degli screenshot effettuati in-game. Grazie a AdrienReive per i link.

Fonte: DroidGamers
video