9.5

riptidegp2

Riptide GP2: Vector Unit ci insegna come fare un sequel [Recensione]

Giorgio Palmieri -

riptide gp2 iconaEstate: tra un tuffo e l’altro condito con un colpo da professionista di schiaccia cinque, c’è sempre quel piccolo spazietto da dedicare al fido smartphone/tablet, buttato lì a riposarsi nel marsupio o nella borsa (in fondo anche lui merita un po’ di relax). C’è chi legge le notizie, chi ascolta la musica e chi dei giochi proprio non può farne a meno. Molti si dilettano con Ruzzle, il gioco che ha rapito più di dieci milioni di gamer in tutto il mondo, mentre altri cercano qualcosa di nuovo, di diverso che sia una valida alternativa al paroliere di Mag Interactive: quale titolo più azzeccato se non Riptide GP2 dato il caldo bollente che pervade l’aria di questi giorni? Dopo il primo episodio uscito nel 2011, Vector Unit ci riprova con questo nuovo seguito bigger and better, cercando di correggere tutto ciò che non andava in Riptide GP. Dopo golose curiosità e piccoli dubbi, finalmente Riptide GP2 è tra le nostre mani: vediamo insieme cosa hanno combinato i ragazzi di Vector Unit.

10.0

Giocabilità

L'impatto grafico è semplicemente fantastico.

Il gameplay di Riptide GP2 non ha subito stravolgimenti rispetto al primo episodio, infatti si tratta del solito racing game dove, a bordo di un hydro jet, bisognerà completare le gare eseguendo quante più acrobazie possibili per ottenere del prezioso turbo. Il sistema di controllo è personalizzabile, sono disponibili tre tipi di comandi: via accelerometro, con pulsanti virtuali e tramite controller. Insomma, nulla di nuovo all’orizzonte, ma gli sviluppatori hanno optato per un miglioramento in ogni singolo aspetto della struttura di gioco.

Vector Unit ci ha mostrato come si fa un sequel

Uno tra tutti, l’intelligenza artificiale degli avversari, ora più agguerrita e competitiva rispetto al predecessore che provvede un livello di sfida piuttosto bilanciato. Oltre a nuovi tipi di hydro jet e una personalizzazione di essi ancora più ampia, quello che colpisce in assoluto è la modalità carriera, più varia e divertente dell’esperienza ludica complessiva del primo episodio. Nuovi tipi di gara, nuove sfide e, soprattutto, nuovi tracciati che godono di un design impeccabile sia dal punto di vista grafico che stilistico. Non c’è molto altro da dire se non che Vector Unit ha raccolto ciò che di buono aveva seminato con Riptide GP ma salandolo e pepandolo a dovere con questo nuovo episodio, ora molto più giocabile e divertente. Insomma, Vector Unit ci ha mostrato come si fa un sequel, sfornando un prodotto perfetto per il mobile gaming.

9.0

Contenuti

L’offerta ludica di Riptide GP2 è probabilmente l’argomento più importante di cui discutere, poiché il punto dolente di Riptide GP era proprio la longevità misera data da una eccessiva ripetitività delle gare e dello sviluppo dell’hydro jet.

un’esperienza di gioco decisamente più completa

Con Riptide GP2, Vector Unity ha deciso di inserire una modalità carriera che offre al giocatore un’esperienza di gioco decisamente più completa. Nel primo episodio si partecipava alle gare, si ottenevano nuovi velivoli per poi partecipare ad altre sfide identiche tra loro per proseguire. In Riptide GP2 si entra in un mondo completamente diverso grazie a nuove e divertenti modalità, ossia:

  • Race: la gara normale, bisogna arrivare almeno terzo per ottenere una stella.
  • Elimination: la gara ad eliminazione, ogni 15 secondi viene eliminato il giocatore all’ultimo posto.
  • Hot Lap: la gara singola dove bisogna raggiungere il traguardo il più in fretta possibile.
  • Freestyle: la gara in cui bisognerà eseguire tante acrobazie per poter vincere.
Bisognerà eseguire acrobazie diverse per ottenere più turbo e più punti.

Ognuna di esse provvede sia una buona dose di divertimento, sia varietà all’offerta ludica, l’elemento meno riuscito di Riptide GP2. C’è da dire che si poteva azzardare ancora di più dal lato contenutistico, infatti nelle ultime piste purtroppo le sfide si riproporranno per l’ennesima volta senza particolari variazioni, ma obiettivamente il lavoro svolto è più che soddisfacente, complice anche l’ottimo sistema di sviluppo, ora ampliato e più interessante. Completando le piste, infatti, otterremo esperienza per salire di livello, evento che ci ricompenserà con soldi e punti abilità che ci permetteranno di sbloccare nuovi tipi di acrobazie (circa 25). Il gioco, inoltre, offre una personalizzazione completa sia del velivolo che del pilota. È possibile sia cambiare completamente i colori e il pattern gratuitamente, che potenziare l’accelerazione, la manovrabilità, il boost e la velocità del nostro hydro jet con i soldi ottenuti completando le piste, oppure comprarne di nuovi (sono disponibili circa 9 hydro jet).

implementazione completa dei Google Play Games Service

Ad aggiungersi a questa squisita offerta ludica ci si mette l’implementazione completa dei Google Play Games Service, con tanto di cloud save, achievements e multiplayer. Il matchmaking delle partite in multigiocatore cercherà di mettervi contro giocatori con hydro jet simili al vostro qualora fosse possibile. Durante la nostra prova, le sessioni in multigiocatore si sono rivelate piacevoli e senza problemi di latency, e gli acquisti in-app non sbilanciano particolarmente la sfida in quanto il sistema di guida è competitivo e va padroneggiato per poter superare ogni difficoltà. Inoltre, gli sviluppatori promettono aggiornamenti futuri in quanto nel menù compare un grosso coming soon tra le modalità di gioco.

10.0

Comparto Audiovisivo

Più tempo in volo significa più tempo per fare le acrobazie.

Il comparto audiovisivo di Riptide GP2 è uno dei migliori mai visti su piattaforma mobile. Innanzitutto, l’acqua: le onde si gonfiano, si calmano, si increspano e, unite all’impressionante motore fisico, offrono un notevole senso di realismo. Il design delle piste è notevole, e offre scorci incredibili che di sicuro vi faranno rimanere a bocca aperta. La fluidità è ad alti livelli, la modellazione poligonale è fantastica e l’ottimizzazione è eccezionale, tant’è che anche sui dispositivi meno recenti il comparto grafico raggiunge un traguardo incredibile. Noi lo abbiamo testato sia su Nexus 7 (tutti gli screenshot dell’articolo sono stati fatti con questo dispositivo) che su Samsung Galaxy Nexus, e il risultato è ottimo in entrambi i dispositivi per l’hardware che offrono. Buonissimo anche il comparto sonoro, coadiuvato da musiche elettroniche che si amalgamano alla grande con l’azione adrenalinica del gioco.

9.0

Prezzo

È possibile spendere Skill Point per acquistare sia nuove acrobazie che boost permanenti.

Riptide GP2 è disponibile sul Play Store al costo di 2,99€, un prezzo onesto per un titolo di altissima qualità. Sono presenti gli in-app purchase, ed essi si basano solo ed esclusivamente sull’acquisto di valuta di gioco extra.

  • Dollari: si va da un minimo di 1,99€ per 50,000$ fino ad arrivare ad un massimo di 99,99€ per 5,000,000$.

Dunque, gli acquisti in-app sono del tutto accessori ai fini del gameplay in quanto le somme di denaro ottenute in-game sono perfettamente bilanciate e garantiscono un sistema di progressione esponenziale e divertente.

9.5

Giudizio Finale

Riptide GP2 è un titolo eccezionale. Il salto di qualità rispetto al primo episodio c’è e si sente forte: il gameplay offre un compromesso ideale tra divertimento e sfida che stimola ed intrattiene il giocatore, provocando un piacevole senso di assuefazione. Il comparto tecnico da urlo insieme alla golosa e ampia offerta ludica completa un quadro già di per sé ottimo. L’ultima fatica di Vector Unit è senza dubbio uno dei migliori giochi disponibili su piattaforma Android, un titolo che offre una miriade di contenuti ad un prezzo irrisorio. L’implementazione del Google Play Game Service, poi, è un altro punto a suo favore che dimostra quanto siano grandi le potenzialità del mobile gaming. Caldamente, anzi, rinfrescamente consigliato.

 

Download

Google Play Badge

Trailer

Screenshot

Recensionevideo