the respawnables header

Zynga rende finalmente disponibile anche in Europa “The Respawnables”, un nuovo e divertente MMOFPS

Lorenzo Delli

the respawnable iconSapevamo della sua uscita sul Play Store da giorni ma purtroppo la società di publishing Zynga, il colosso dietro a questo nuovo gioco, aveva inizialmente optato per un soft-launch che coinvolgeva probabilmente il solo suolo canadese (che ultimamente viene spesso scelto come trampolino di lancio, o come altare sacrificale, da molte software house). Da poche ore però Zynga ha ampliato i confini di compatibilità del gioco arrivando a coinvolgere anche il suolo europeo: il titolo in questione è “The Respawnables” e fa riferimento proprio al fatto che i personaggi, in “slang internettiano“, respawnano (resuscitano o riappaiono se preferite) a pochi secondi dalla loro morte virtuale. The Respawnables viene lanciato da Zynga sulla scia di successo ottenuta da Gameloft con Blitz Brigade (che dal suo lancio ha superato il milione di download) e anche da precedenti successi quali Team Fortress 2 o Battlefield Heroes.

Avrete quindi capito dove stiamo andando a parare: Respawnables è infatti un FPS improntato sull’esperienza di gioco in multiplayer e fa della comicità (come i titoli prima citati) e non della violenza il suo punto di forza. Già con i pochi secondi di trailer capite come gli elementi di gioco siano improntati sul divertimento: guardando ad esempio le esplosioni e le morti dei personaggi coinvolti si capisce come Respawnables giochi su questi elementi per strappare risate, ma non solo. Come ogni FPS online che si rispetti il fulcro del gioco sarà quello di sfidare altri giocatori in arene.

the respawnables (1)

Ebbene si: quello che state osservando è proprio uno zaino protonico (non incrociate i flussi, inversione protonica totale!) e se non lo avete riconosciuto dovete fare ammenda e guardarvi Ghostbusters almeno 20 volte in una settimana. A parte gli scherzi: in Respawnables potremo sbloccare elementi di gioco inerenti proprio agli Acchiappafantasmi e agli altrettanto famosi M.I.B.. Chissà che tra i tanti oggetti non vi sia anche un neuralizzatore!

Zynga, nella pagina relativa al gioco, ci da consigli su quali sono i requisiti minimi per poter giocare senza problemi a Respawnables; per quanto riguarda GPU è necessario uno di questi processori: Mali400 MP, Adreno 220, Tegra3, SGX535 o superiore, mentre per quanto riguarda RAM e frequenza del processore si parla di 1 GB di RAM e CPU dual-core da almeno 1 GHz. Il gioco è rilasciato da Zynga in modalità free-to-play: è quindi disponibile gratuitamente ma contiene al suo interno contenuti acquistabili. Detto questo, senza ulteriori indugi, vi lasciamo con link al Play Store, trailer e screenshot. Buon divertimento!

Google Play Badge

video