glass tennis

Via libera ai Google Glass nel mondo del tennis professionistico

Nicola Ligas

Quando ne abbiamo parlato la prima volta, poco più di un mese fa, sembrava quasi un esercizio di stile, invece a quanto la Internationa Tennis Federation ha preso molto sul serio la cosa, annunciando modifiche la proprio regolamento per prevedere l’uso di “tecnologie per l’analisi del giocatore”.

Quando le regole del tennis in materia di attrezzature sono state scritte, nessuno prevedeva l’avvento delle tecnologie per l’analisi del giocatore. Questa nuova regola è necessaria per assicurare che tutti i tipi di tecnologie siano incluse.

Così si è espresso Stuart Miller, direttore della sezione Scienza & Tecnica dell’ITF, a cui ha fatto eco Francesco Ricci Bitti, presidente della federazione internazionale:

L’ITF ha sempre mantenuto la propria responsabilità nel controllare la natura di questo sport attraverso la comprensione delle attrezzature, abbracciando allo stesso tempo gli sviluppi tecnologici e supportando l’innovazione. Questa nuova regola permetterà ai giocatori di beneficiare di nuove tecniche di analisi e sviluppare il loro gioco mantenendo allo stesso tempo l’integrità del nostro sport.

I giocatori potranno insomma usare strumenti come Google Glass o le “racchette intelligenti” durante gli allenamenti, al fine di raccogliere dati sul punto di impatto della pallina e sul movimento dei piedi o della testa del giocatore.

Come dicevo stamani in un commento all’ultimo nostro speciale sugli occhiali di Google, i Glass sono eccezionali per le cose eccezionali (chirurghi, cantanti, presentatori, tennisti, giornalisti, nerd, ecc.), magari prima o poi lo diventeranno anche per la gente comune.

Ringraziamo Alessandro per la segnalazione.

Fonte: Ubi Tennis
Google Glass