malware scanner

Il malware scanner di Android 4.2 viene integrato in Google Play Services e arriva su Gingerbread

Nicola Ligas -

Google continua saggiamente a sfruttare i suoi Play Services per aggiornare silenziosamente l’ecosistema Android, portando una funzionalità  finora ristretta ad Android 4.2 anche su Gingerbread e successivi: parliamo del malware scanner introdotto lo scorso novembre, che sostanzialmente si occupa di verificare le app di terze parti (ovvero quelle installate al di fuori del Play Store) alla ricerca di potenziali minacce.

Spostando il sistema di verifica in Google Play Services, lo scanner si è invece diffuso fino a Gingerbread silenziosamente e rapidamente (l’aggiornamento è automatico, al massimo si tratterà di aspettare un minimo), e probabilmente qualcuno di voi avrà già visto comparire un’inedita finestrella di richiesta del permesso di scansione, qualora avesse cercato di caricare un apk direttamente sul proprio dispositivo.

Combinando Bouncer, il sistema di scansione del Play Store, con questo dedito alle app di terze parti, abbiamo insomma un Android un po’ più sicuro, anche se come sempre una buona parte dell’attenzione è appannaggio dell’utente finale, vero responsabile della provenienza delle proprie app.

Via: Android Police