turtle strike header

TurtleStrike: uno strategico multiplayer in stile Worms sbarca sul Play Store

Lorenzo Delli -

turtle strike iconIn una giornata così ricca di novità (anche se erano novità già previste), compreso l’arrivo dell’applicazione ufficiale di Google Play Games, l’arrivo di un gioco come TurtleStrike potrebbe passare inosservato ma vogliamo ugualmente parlarvene viste alcune peculiarità che lo caratterizzano. Intanto vi anticipiamo che il gioco è compatibile con Google Play Games (come Riptide 2), e il che non può che far ben sperare per un futuro prossimo in cui tutti i nuovi titoli presentino al momento del lancio l’integrazione con il servizio offerto da Google. Un’altra delle peculiarità che caratterizzano TurtleStrike è che il titolo è completamente (ed unicamente) incentrato sull’esperienza di gioco multiplayer, escludendo quindi qualsiasi esperienza al di fuori di una connessione dati o Wi-Fi. Nel titolo lo abbiamo paragonato a Worms: qualcuno potrebbe sentirsi offeso da tale paragone ma visto lo stile di gioco è un confronto che sorge spontaneo. Vediamo quindi insieme di cosa si tratta.

Intanto perché il nome TurtleStrike: perché in sostanza ci troviamo a manovrare un gruppo di tartarughe stilizzate armate fino ai denti in scenari caratterizzati da un motore grafico di pregevole fattura. Dovremo sfidare, con il nostro manipolo di tartarughe, una squadra personalizzata dal nostro avversario (in carne e ossa). Le sfide si basano sul proprio livello di abilità, sul grado di avanzamento del nostro arsenale e sul nostro livello, grazie ad un sistema automatico di ricerca dei avversari ideali al proprio livello. Grazie all’integrazione con i social network (compreso Play Games) sarà possibile sfidare anche i nostri amici.

turtle strike (6)

I combattimenti si svolgeranno a turni, con la particolarità però che i turni saranno svolti in contemporanea, offrendo ad ogni giocatore una finestra temporale di 30 secondi per effettuare le proprie mosse tramite swipe e tap. Sfrutteremo vari tipi di armamento, tra cui catapulte, missili, siluri e armi speciali. Un’altra delle peculiarità del titolo, che potrebbe far storcere il naso ad alcuni, è la possibilità di iscriversi a tornei a pagamento in cui si potrà vincere premi in denaro (non virtuale).

A primo acchito, viste le potenzialità del titolo e il motore grafico simpatico e originale, avremmo forse preferito la presenza di un’esperienza di gioco single player e l’assenza di un credito virtuale atto al potenziamento delle proprie forze. C’è da dire, per quest’ultimo punto, che la presenza di un bilanciamento nel sistema di ricerca degli avversari è più che gradito. TurtleStrike è gratuito: non vi rimane quindi che provarlo! Inoltre, a detta degli sviluppatori, non si hanno problemi sotto reti 3G. Eccovi serviti con link al Play Store, trailer e screenshot. Buon divertimento!

Google Play Badge

video