jb-android-43

Android 4.3 ufficiale: ecco tutte le novità

Emanuele Cisotti -

Restricted Profile

jb-profiles-restrictions-n713Quali contenuti e quali applicazioni Dopo l’introduzione dei profili multipli disponibili da Android 4.2, arrivano le impostazioni (chiamate Restricted Profile) che permetteranno di scegliere quali contenuti e quali applicazioni gli utenti potranno utilizzare. L’esempio mostrato alla presentazione porta l’esempio di un gioco i cui contenuti in-app a pagamento non vengono mostrati nell’account del figlio, impedendogli quindi di acquistarli (o anche solo desiderarli). Questa funzione per esempio viene lasciata solo all’account principale.


Bluetooth Smart (low energy)

Connettere i dispositivi Android con dispositivi a basso consumo di energia, come i sensori per il fitness. Viene portato in esempio il cardiometro, utilizzato come demo insieme a Runtastic.

OpenGL 3.0

La libreria OpenGL 3.0 viena introdotta in Android 4.3 e porta alcune novità come la Texture compression, che permettono di integrare un maggior numero di texture e quindi portare una grafica nei videogiochi mai visti prima.

DRM

Alcuni potranno storcere il naso, ma i contenuti DRM sono arrivati su Android 4.3. Questo permetterà a chi vorrà vendere contenuti di poterlo fare in modo più controllato. La prima applicazione che gioverà di questo sistema è Netflix (e quindi solo per il mercato statunitense).

Accesso alle notifiche

Le applicazioni potranno accedere nel modo più completo possibile alle notifiche, rendendo quindi anche questa parte del sistema completamente gestibile anche da applicazioni di terze parti.

Varie ed ventuali

Fra le altre novità troviamo tutto quello che avevamo già visto nella versione trapelata di Android 4.3. Tra gli esempi il dialer con la ricerca dei contatti, la nuova fotocamera e il Wi-Fi always-on. Le novità minori in realtà non mancano e vengono riassunte in modo molto completo sul sito degli sviluppatori Android.

Dove e quando

Android 4.3 arriverà preinstallato sul nuovo Nexus 7 e già da oggi sugli altri dispositivi Nexus (presto su HTC One e Samsung Galaxy S4 Google Edition). Speriamo di avere altre notizie più precise il prima possibile, ma nel frattempo vi lasciamo la pagina ufficiale con tutte le novità.