Jawbone Up 3

Jawbone Up, la nostra recensione

Emanuele Cisotti -

Avete già sentito parlare di Jawbone Up? Probabilmente sì, essendo il primo vero bracciale intelligente ad essersi reso popolare. Up è un bracciale in gomma anallergica, disponibile in molti colori e in tre misure differenti, per adattarsi a qualsiasi tipo di polso.

Traccia la tua giornata

Il bracciale contiene dei sensori di movimento che permetteranno allo stesso di raccogliere dati su tutti i movimenti effettuati durante la giornata, in modo tanto preciso da averci stupito su come distingua correttamente una camminata da qualsiasi altro tipo di movimento del polso. Il bracciale si ricarica tramite jack audio, ed è questo jack audio anche il tramite con cui sincronizzare tutti i dati raccolti con il proprio smartphone dove sarà installata l’applicazione gratuita omonima Up. Questa soluzione potrebbe sembrare in primis un po’ macchinosa, ma in realtà è molto intuitiva e permette sopratutto di risparmiare abbastanza batteria da garantire al bracciale una durata senza ricariche di oltre una settimana. Up vi libererà quindi dallo stress dell’accessorio tecnologico, utile ma che ha sempre bisogno di essere ricaricato. Up ha un tappino a copertura del jack audio e sull’altra estremità è presente un unico tasto per passare fra le varie modalità, segnalate da due led nascosti a forma di sole e di luna. Stop: semplice, intuitivo e con una grande autonomia. Questi sono gli obiettivi di Up.

semplice, intuitivo e con una grande autonomia

Una volta scaricati i dati sul telefono inizierà questa a tenere traccia di tutti i nostri movimenti, segnalandoci quando ci siamo mossi di più, quanti passi abbiamo fatto, quante calorie abbiamo bruciato e quante di queste sono state bruciate attivamente. L’applicazione ci fornirà anche dei suggerimenti basati sulla nostra attività e sulla nostra inattività. E’ presente un obiettivo giornaliero che Up tenterà di farvi raggiungere, ovvero 10.000 passi al giorno. Questa soglia può essere variata dalle impostazioni.

Una seconda modalità “diurna” è quella relativa alla possibilità di tracciare la propria attività fisica. Avendo a disposizione soli sensori di movimento la precisione è inferiore rispetto ad un prodotto specifico per il fitness, ma siamo rimasti molto stupiti da come la quantità di calorie bruciate fosse molto simile a quanto rilevato da Runtastic.


Sonno

Oltre al giorno è possibile anche tenere traccia del sonno, dove oltre al dilettevole (ovvero le statistiche) si aggiunge anche l’utile. L’applicazione terrà traccia di ogni movimento e segnalerà, sempre nell’applicazione Up, quanto è stato il periodo di riposo lieve, quanto quello profondo e quante volte ci siamo svegliati durante la notte. Potremmo però utilizzare Up come sveglia, e qui entra in ballo l’utile, intelligente. Potremo impostare un’orario di sveglia e uno scarto massimo, entro in quale, in anticipo rispetto alla sveglia. Potremo essere svegliati da Up se il nostro sonno è leggero, rendendo il risveglio meno traumatico. Il sistema lo avevo già testato e devo dire che Up comprende a meraviglia il momento più adatto per svegliarci. La vibrazione funziona tramite vibrazione, abbastanza violenta da riuscire a svegliarci in qualsiasi occasione. La comodità di avere una sveglia “non sonora” permetterà anche ad altre persone che dovessero dormire con voi di proseguire nel loro sonno indisturbate (o quasi). Purtroppo manca una funzione per rimandare la sveglia (il classico snooze).

E’ presente anche una funzione pisolino, che vi permetterà di riposarvi un tempo compreso fra 27 e 45 minuti circa. Anche in questo caso Up provvederà a svegliarvi nel momento di sonno più leggero. Come per la prova diurna, anche in notturna è presente un obiettivo (8 ore di sonno) regolabile manualmente.


Cibo

E’ presente poi anche una funzione prettamente manuale che è quella per tracciare i cibi consumati durante il giorno. Il database è molto ricco e la grafica è molto piacevole, anche se a volte risulta un po’ lento nella ricerca dei cibi. E’ possibile scansionare i codici a barre dei prodotti alimentari e, se riconosciuti, acquisirne in automatico il valori nutrizionali. Certo, questa funzione richiede un impegno maggiore (del nessun impegno richiesto da Up), ma è l’unico modo per tenere davvero traccia di tutte le calorie acquisite e consumate.


Social

Come in ogni applicazione che si rispetti degli ultimi anni è presente anche un lato social. E’ possibile aggiungere i propri amici (che in realtà rappresenteranno il proprio team) e vederne tutti i progressi nello stream. A meno che non facciate parte davvero di un gruppo di atletica o di una qualsiasi squadra sportiva, questa funzione rimarrà ovviamente solo di puro divertimento. Potrete anche commentare ogni vostra azione con un emoticon per esprimere il vostro stato d’animo a riguardo.


Conclusioni

Jawbone Up è prodotto molto potente, ma allo stesso tempo semplice da utilizzare e con un autonomia che vi garantirà la spensieratezza di indossare un prodotto che vi farà dimenticare di avere un cuore tecnologico. L’applicazione è molto completa e da ieri anche in italiano (nel video infatti è ancora in inglese). Il prezzo di vendita è di 129€ (a poco meno su Amazon), non contenuto ma a nostro parere proporzionato alla tecnologia e alle funzioni offerte da Up. Il bracciale non vi deluderà assolutamente se state cercando un fedele compagno che vi indichi e vi raccolga tutte le statistiche relative alla propria attività fisica.

video