rockmelt

Rockmelt: il meglio del web

Erika Gherardi -

A quanto pare l’idea più diffusa ultimamente è questa: i lettori di feed sono superati. Per lo meno lo sono in senso classico. Sempre più spesso infatti ci troviamo di fronte a software che non ci consentono di aggiungere le nostre personali fonti per le news, ma che in compenso ci propongono il meglio del web, magari diviso per categorie in modo da trovare più facilmente qualcosa che ci interessi realmente leggere o scoprire. Una di queste applicazioni è Rockmelt.

Il limite ovviamente è sempre quello intrinseco di questi software: scelgono loro, non scegli tu. È vero che avremo la possibilità di indicare gli argomenti di nostro interesse, è anche vero che le fonti che più ci piacciono potranno essere seguite ed è infine vero che l’app integra un’ottima funzione di ricerca che ci permetterà di trovare la maggior parte dei siti web che siamo abituati a tenere in considerazione, ma se per disgrazia tra i vostri feed di fiducia avete qualche blog piccolo scordatevi di poterlo aggiungere.

Eppure Rockmelt nel suo piccolo ha deciso di offrire una soluzione rapida ed indolore. Supponiamo che tra i vostri blog di fiducia ci sia qualcosa di non contemplato dall’app, ma che voi proviate comunque a cercarla. Ecco, qui il software vi viene incontro trasformandosi in un comodo browser che vi permetterà di leggere ciò che purtroppo non potete aggiungere nei vostri feed. Forse non è proprio la stessa cosa, ma tutto sommato vi permette di non dover aprire una seconda app.

Non solo ottime funzionalità per questa applicazione però. A reggere l’idea di fondo c’è un’interfaccia semplice ed intuitiva costituita da uno stream centrale, detto Home, che vi permette di visualizzare anche i post pubblicati su Facebook e Twitter; un tap sull’icona basterà invece a trasportarvi nella sezione Popular o in Explore, dove potrete indicare una categoria per vedere tutto ciò che di interessante il web ci offre. Infine a lato troverete il menù che vi riporterà al vostro profilo, alle notifiche ricevute, agli item salvati, alla lista degli amici e persino ai trucchi suggeriti da Rockmelt. Non fatevi ingannare dalla dicitura Google Reader Import: il servizio di Big G è morto e la feature è ormai inutile.

E i post? Ovviamente potete aprirli, leggerli e condividerli; spetterà a voi la scelta di utilizzare lo share interno, che vi permetterà di “commentare” l’articolo con espressioni tipo aww, want, lol, hmm, wtf e like, oppure quella di optare per qualcosa di molto tradizionale, ossia la classica selezione del social su cui pubblicare la news. Opposto al tasto share poi troverete una piccola icona che vi permetterà di andare direttamente alla fonte originale, di salvare il post per dopo, di segnalarlo come inappropriato o di chiudere semplicemente l’articolo.

Insomma, Rockmelt ci toglie un po’ il gusto di aggiungere e organizzare le nostre fonti, ma tutto sommato si rivela comodo e completo, permettendo di soddisfare la maggior parte degli utenti. L’app è completamente gratuita quindi vi lasciamo il badge qui sotto per il download insieme a qualche screenshot.


Get it on Google Play