htc ota

HTC cambia metodo di rilascio OTA: a rischio la condivisione dei firmware ufficiali

Nicola Ligas -

Giungono dall’account Twitter di LlabTooFer, un noto sviluppatore di firmware per dispositivi HTC, delle brutte notizie in materia di aggiornamenti, che dovrebbero riguardare tutti i firmware OTA che l’azienda rilascerà d’ora in poi.

Come potete vedere qui sopra (si legge dal basso verso l’altro), sembra che HTC abbia cambiato meccanismo di rilascio OTA, il che impedirà in pratica di condividere pubblicamente i suoi firmware. Come?

Ogni OTA è adesso un link monovalente, nel senso che una volta utilizzato per il download di quello specifico firmware, non sarà più valido; non solo, ma ogni OTA sarà anche associata ad un ID specifico, il che significa che se un dato firmware finirà online sarà anche piuttosto facile sapere da quale dispositivo vi è arrivato.

Cosa significa tutto questo? Per l’utente medio non molto: chi usa solo firmware ufficiali continuerà ad aggiornare come sempre e nulla cambierà. Chi invece si diletta con le custom ROM potrebbe subire qualche contraccolpo, sia che si tratti di un utilizzatore finale, che di uno sviluppatore. Non sarà infatti possibile ricondividere con molta facilità un nuovo firmware non appena questo sia rilasciato, il che non solo impedirà di installarlo manualmente ma rallenterà anche lo sviluppo di soluzioni alternative.

Nulla vieta che, fatta la regola, qualcuno trovi anche lo sgamo, come di solito siamo ben abituati, ma di certo dopo il mancato aggiornamento di One S questa ulteriore notizia in materia di update non è certo la più gradita.